Una giornata per Giordano Falzoni

Immagine tratta da La Bananina d¹oro, Il Caffè, 4, 1968

Mercoledì 27 marzo Gianluigi Simonetti e Teresa Nocita organizzano all’università dell’Aquila la giornata di studi Giordano Falzoni: transcodifica e avanguardia tra letteratura, cinema, teatro. L’intera giornata sarà trasmessa in diretta streaming sul canale d’Ateneo. L’incontro, coordinato da Doriana Legge per la sezione teatro e da Mirko Lino per quella di cinema, intende concentrarsi sulla figura singolare di questo pittore e autore teatrale, legato alla frazione romana del Gruppo 63, che è stato anche traduttore e amico di André Breton, interprete con registi del calibro di Fellini e stretto collaboratore di Alberto Grifi, cineasta della Beat Generation. L’occasione si lega alla riscoperta della produzione letteraria di Falzoni, ricordato fino a oggi quale artista visivo piuttosto che come scrittore. Il volume dell’opera omnia, a cura di Teresa Nocita, verrà pubblicato prossimamente dall’editore Longo.

Giordano Falzoni: transcodifica e avanguardia tra letteratura, cinema, teatro

Giornata di studi. Dipartimento di Scienze Umane – Università dell’Aquila

Mercoledì 27 marzo 2019, ore 10

La giornata di studi Giordano Falzoni. Transcodifica e avanguardia tra letteratura cinema teatro si concentra sulla riscoperta di una figura singolare di pittore, scrittore e autore teatrale. Legato alla frazione romana del Gruppo 63, Falzoni fu traduttore e amico di André Breton, interprete con registi del calibro di Fellini e stretto collaboratore di Alberto Grifi, cineasta della beat generation. In ambito letterario è il teorizzatore di un nuovo genere, il teatral-cine-romanzo, che nasce dalla contaminazione e dalla transcodifica della scrittura narrativa in ambito perfomativo, teatrale e filmico. Artista a tutto tondo, Falzoni è riuscito a ritagliarsi uno spazio caratterizzato da numerose tangenze all’interno del panorama culturale dell'ultimo quarantennio del Novecento, mettendo a punto un’ibridazione delle forme che lo caratterizza come uno dei più vivaci protagonisti della scena artistica italiana degli anni Sessanta e Settanta

PROGRAMMA

ore 10

Gianluigi Simonetti (Università dell’Aquila) Presidenza

Renzo Paris

Introduzione

ore 10,30-11.30

Letteratura

Teresa Nocita (Università dell’Aquila) Profilo letterario di un artista: Giordano Falzoni e il Gruppo 63

Alessandro Bosco (Università di Innsbruck)

«Il faut un mur, le mur d'une rue fréquentée sur lequel l'on puisse écrire». Note su Falzoni scrittore

Intorno a Falzoni: scrittura scenica e opera aperta nel teatro italiano degli anni Sessanta

ore 12-13

Doriana Legge (Università dell’Aquila)

L’esperienza teatrale di Giordano Falzoni: un gioco delle possibilità

ore 14.30-16.00

Cinema

Bruno Di Marino (Accademia di Belle Arti di Frosinone)

L'artista e il cineasta. Le incursioni di Falzoni nel cinema di Grifi

Giacomo Ravesi (Roma Tre)

Uno, nessuno e centomila. Giordano Falzoni: attore, performer, caratterista

Mirko Lino (Università dell’Aquila

Alchimie visive. Sull'intermedialità in Falzoni e Grifi

ore 16-17

Teresa Nocita dialoga con l’artista Leonardo Crudi sul Progetto Cinema

Mirko Lino presenta il cortometraggio di Alberto Grifi

Il grande freddo