Teoria delle sigarette inutili

Sergio Nelli

La prima sigaretta è legata all'attesa. Sei lì immobile, è come se dovessi nascere.

La seconda sigaretta è quella del primo caffè: ha gli occhi gonfi, il pigiama, le pantofole.

La terza sigaretta si muove in macchina ed è condizionata dal clima e dal tempo atmosferico.

La quarta sigaretta è dopo la colazione al bar. Il fumo succhiato è gradito, guardi a terra o alzi gli occhi al tuo prossimo. Ti accorgi di dover spazzolare le briciole della brioche sul giaccone.

La quinta e la sesta sigaretta sono sociali, di scambio. Si fuma con altri, si fuma insieme e siamo lì proprio per quello, in cortile, sotto le scale antincendio. Leggi tutto "Teoria delle sigarette inutili"