È colpa dei No Tav!

Lele Rizzo

Radici. Sono passati ventidue anni da quando per la prima volta, la Valle di Susa si è schierata contro il progetto dell’alta velocità ferroviaria Torino-Lione, e da allora, nulla è più stato come prima. Dopo due decadi abbondanti, il senso della lotta No Tav è un qualcosa che è cresciuto assieme ai bambini della valle, è maturato negli uomini e nelle donne, ha dato respiro agli anziani, anche nell’ultimo passaggio della loro vita. È genetico ci viene da dire molte volte, e probabilmente è proprio così. Per noi in tutti questi anni sono cambiate molte cose, abbiamo capito concretamente, dove sta il potere e come si manifesta. Abbiamo visto la politica istituzionale arricchirsi con il metodo socialista e l’abbiamo vista mutare nei metodi utilizzati per accrescere la sua fame di potere, ma mai l’abbiamo confusa con qualcosa che assomigliasse al progresso o alla modernità alla quale si richiama da sempre. Leggi tutto "È colpa dei No Tav!"