La mondializzazione della poesia

Festival Internacional de Poesía, Medellín

Jairo Guzmán

Alcuni antropologi sostengono che sono state le armi a renderci pienamente umani. Nel prendere in mano i primi rudimentali attrezzi di pietra ci siamo staccati dall’innocenza animale e abbiamo iniziato a rapportarci alla natura armati e con l’ausilio della prima tecnologia. Siamo passati di colpo a un livello tecnologico più elevato e tutto quello che ci lasciavamo alle spalle diventava immediatamente primitivo. In questo modo la tecnologia ha creato e determinato la cultura umana, e la tecnologia più elementare di tutte è quella delle armi. È un’idea piuttosto audace perché ci dice che la guerra è parte della nostra essenza fin dalla preistoria, è parte costitutiva della nostra essenza umana. Questo non depone a favore di una specie che sostiene di essere altamente civilizzata, creatrice di cultura e costruttrice di mondi. Leggi tutto "La mondializzazione della poesia"