Le cartoline di Arminio

Sergio Nelli

Franco Arminio è diventato un punto di riferimento, una voce che ci si aspetta di sentire. Dopo i due ultimi libri da paesologo, dopo Circo dell'ipocondria, Viaggio nel cratere, le poesie e i tanti interventi sui giornali e sui blog (vorrei ricordare le sue collaborazioni al Primo amore), esce ora per Nottetempo Cartoline dai morti, un libretto piccolo ma densissimo nel quale egli dilata, a partire (se vogliamo soffermarci ancora sulla psicologia) dal grumo ipocondriaco che lo accompagna, un' immagine della vita o, meglio, alla lettera, alcune immagini. Lo fa accumulando pochi elementi che i morenti-morti evocano nel loro transito un attimo prima di un silenzio definitivo. Sono cose, ultime povere annotazioni, alle quali il contesto dell'esser morti dà una forza imprevista, cosìcché la spoliazione e riduzione a elementi di ordinaria quotidianità diventa la soglia di una sbilenca, toccante epifania. "Io sono uno di quelli che un minuto prima di morire stava bene". Il passaggio si ferma tutto qui. Non c'è nemmeno bisogno di scegliere cartoline esemplari perché lo sono tutte. Leggi tutto "Le cartoline di Arminio"

23 novembre a Torino: Sono tornate le riviste?

23 novembre, PalazzoNuovo, via san Ottavio 20, Torino

ore 18 aula 6

Sono tornate le riviste letterarie.

Qual è il loro ruolo oggi, nel panorama culturale e sociale del nostro paese?
Quale sguardo o linguaggio proiettano nella e della realtà?

Un confronto aperto, una discussione animata e molto attuale con Tiziano Scarpa, Andrea Inglese e Sparajurij, redattori de "Il Primo Amore", "Alfabeta2" e "Atti Impuri". Leggi tutto "23 novembre a Torino: Sono tornate le riviste?"