Sillabario plumbeo 3

Andrea Inglese

Cinismo

Non c’è arma contro il cinismo dell’intelligenza. Nulla si può controbattere. Così come non ci sono argomenti contro l’atto violento, allo stesso modo nulla può essere preservato dalla derisione cinica: nessuna idea, nessun gesto, nessuna precauzione stilistica. In Italia sembra che l’intelligenza critica non possa dispiegarsi prevalentemente che in questi termini sterili e castranti. Sarebbe utile delineare una storia del cinismo italiano nei secoli. Verificare come, in corrispondenza di snodi politici particolarmente disastrosi, lo stile di pensiero cinico abbia raccolto, nel popolo e nelle élites, particolare successo. Inoltre il cinismo circola naturalmente sia a destra che a sinistra: non è privilegio dei conservatori, ma anche arma ordinaria di certi contestatori arrabbiati. È importante, però, operare una distinzione fondamentale. La ritrovo in un articolo di Palo Fabbri, uscito proprio sul primo numero di “alfabeta2”. Scrive Fabbri: “Ci sono due tipi di cinismi: quello di chi non ha il potere di cambiare le cose e constata rassegnato che «sarà sempre così»; e quello di chi sarebbe tenuto a farle le cose, ma che arriva ugualmente alla stessa conclusione”. Leggi tutto "Sillabario plumbeo 3"