Semaforo: Citazioni / Felicità / Sparizioni

semaforoCitazioni

Jeremy Corbyn ha sorpreso i partecipanti alla festa di Natale dello staff del Labour Party citando Enver Hoxha, il dittatore albanese che è stato presidente del Fronte Democratico d'Albania e comandante in capo delle forze armate dal 1944 fino alla sua morte nel 1985. Dopo avere definito Hoxha un "governante duro" , Corbyn ha citato la frase di Hoxha “quest'anno sarà più duro di quello passato". Si crede che Hoxha abbia imprigionato, torturato o giustiziato almeno 100.000 albanesi durante il suo regno.

Stephen Bush, Jeremy Corbyn quotes Enver Hoxha at Labour party Christmas party, New Statesman, 8 dicembre 2015

Felicità

Numerosi studi negli ultimi anni suggeriscono che le persone più felici possono vivere più a lungo e che la felicità potrebbe anche aiutare a proteggere contro alcuni problemi di salute, come le malattie cardiache. Secondo un nuovo studio effettuato su larga scala e pubblicato su The Lancet, la felicità non ha tale potere.

Julie Beck, Happiness Doesn't Help You Live Longer, The Atlantic, 9 dicembre 2015

Sparizioni

A metà del '900, la banana più popolare nel mondo, una varietà dolce e morbida chiamata Gros Michel e coltivata in America Latina, scomparve completamente dal pianeta. (…) Ora , mezzo secolo dopo, un nuovo ceppo della malattia (il fungo di Panama ndr) sta minacciando l'esistenza della Cavendish, la banana che ha sostituito la Gros Michel la cui esportazione corrisponde al 99 per cento del mercato.

Roberto A. Ferdman, Bye, bye, bananas, Washington Post, 7 dicembre 2015

Il semaforo dell’alfadomenica

semaforoDistrazioni

Shaker Aamer è stato rilasciato e rimpatriato nel Regno Unito a fine ottobre, dopo tredici anni di detenzione da parte delle autorità statunitensi senza incriminazioni. Il rapporto dello psichiatra statunitense che ha valutato Aamer è disponibile online. E cita direttamente alcuni dei suoi resoconti circa quanto gli sarebbe accaduto. Non è una lettura amena. (…) La perizia psichiatrica descrive Aamer che si interrompe a metà intervista, proprio mentre sta rievocando gravi maltrattamenti, e che si distrae cantando a gran voce la canzone degli Eurythmics Sweet dreams (are made of this).

Lucy Maddox, How torture is like a microwave for your mind, Prospect, novembre 2015

Felicità

Le recenti ricerche sulla felicità, che analizzano la vita delle persone nel suo complesso (lavoro, famiglia, attività sociali e altri aspetti), hanno cominciato a rivelare alcuni modelli interessanti. I nuovi dati diffusi dall'Office for National Statistics (ONS) dimostra che gli anziani tendono a essere più felici rispetto ai giovani. Ma guardando i dati ONS in maniera più approfondita emerge un modello ancora più singolare. Tra i 20 anni e il decennio che separa i 40 e i 50, la gente ha un punteggio progressivamente inferiore nella misurazione della felicità. Ma dopo gli anni centrali della vita, tale tendenza si inverte e la felicità media cresce sempre di più, fino a stabilizzarsi quando le persone hanno circa 70 anni.

Peter Warr, Hard Evidence: are age and unhappiness related?, The Conversation, 5 novembre 2015

Ricchezza
Quando Bernie Sanders dal podio avanza dubbi sulla generosità del capitalismo americano, è abbastanza facile immaginare ricconi di Wall Street che fumano grossi sigari e giocano a poker con i vostri sudati (e , diciamocelo, magri) risparmi. Ma nella nostra economia da 18.000 miliardi di dollari non ci sono solo le grandi banche e le capitali del business, vale a dire New York e Los Angeles. Per capire davvero quanto sia assurdamente enorme il nostro movimento finanziario, considerate questo dato: l'economia della zona metropolitana di Atlanta è più grande dell'economia di Israele

Nick Fouriezos, Why some cities make more money than countries, Ozy 7 novembre 2015

 

Il semaforo è a cura di Maria Teresa Carbone

Denaro, felicità ed emancipazione

Il massimo della critica per il maggiore numero possibile

Davide Gallo Lassere

 Negli ultimi decenni la Sinistra ha subito un poderoso quanto in apparenza inesorabile processo di disamoramento. Dopo aver configurato un modello di identità collettive politiche, sociali e culturali capace di mobilitare ed entusiasmare in vista di un fine comune vasti strati di società civile – conquistando risultati emancipativi di stampo universalistico – anche il concetto di Sinistra, brevemente ritempratosi nel bagno caldo dei particolarismi identitari e culturali, pare ora diventato sinonimo di mera amministrazione dell’esistente. Tale sfaldamento politico-affettivo sembra porsi in netto contrasto con l’urgenza che sta assumendo la condizione economico-sociale di uno strato sempre maggiore di popolazione delle democrazie capital-parlamentari. Al fine di elucidare queste impressioni antinomiche si propongono qui alcune rapide considerazioni orbitanti attorno a tre fuochi gravitazionali: denaro, felicità ed emancipazione. Leggi tutto "Denaro, felicità ed emancipazione"