Alfadomenica #4 – aprile 2018

Un corposo e articolato focus sull'arte firmato da Michela Casavola, Manuela Gandini, Francesca Pasini e Antonello Tolve; un intervento di Matteo Moca su anarchia e anarchismo a partire dalla recente ripubblicazione degli scritti di Errico Malatesta; la rubrica Alfagiochi curata da Antonella Sbrilli: ecco gli ingredienti dell'alfadomenica di oggi, di cui trovate sotto il sommario completo.

Prima di chiudere, vogliamo però segnalare agli iscritti all'associazione Alfabeta che il primo titolo della nuova serie editoriale ALFABETA MATERIALI dedicato al '68 uscirà il prossimo maggio e che presto nel Cantiere anticiperemo un dibattito a partire da alcuni testi contenuti nel volume - invitando naturalmente chi non lo ha ancora fatto ad aderire all'associazione per sostenere la nostra rivista e per dare vita a un luogo di riflessione in una fase (che si preannuncia molto lunga) nella quale di riflessione ci sarà particolare bisogno.

E adesso, ancora una volta, buona lettura!

Michela Casavola, La rivoluzione è un'apocalisse? Intervista a Pamela Diamante

Manuela Gandini, Olivo Barbieri, dal Mondo Fuori Fuoco a ...

Francesca Pasini, Luigi Ottani, il filo spinato è sempre reciproco

Antonello Tolve, Prospettive spaziotemporali: Stampone e La Pietra al Ciac di Foligno

Matteo Moca, Malatesta, il "voler essere" come base dell'anarchia

Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Alfarobot

Alfadomenica #3 – aprile 2018

Un trittico letterario - Lowry, Bernhard, Carnaroli - declinato attraverso tre parole chiave, annientamento attrito trauma; una riflessione sulla difficoltà di dirsi donne, prima ancora che femministe; una (mezza) ricetta: questi gli ingredienti dell'alfadomenica di oggi, di cui trovate qui sotto il sommario completo.

Prosegue intanto il lavoro sull'Alfabeta (di carta) dedicato al Sessantotto, che andrà in stampa a breve e che verrà inviato a chi si è iscritto o si iscriverà all'associazione Alfabeta. Ricordiamo che per informazioni sull'associazione, l'email a cui rivolgersi è associazioneculturale@alfabeta2.it, mentre per osservazioni o suggerimenti sui materiali che proponiamo, potete invece scrivere a redazione@alfabeta2.it.

E ora, buona lettura!

Filippo Polenchi, Malcolm Lowry, una scrittura dell'annientamento

Luigi Azzariti Fumaroli, Thomas Bernhard, una scrittura dell’attrito

Giovanna Frene, Alessandra Carnaroli, una scrittura del trauma

Serena Carbone, Essere donne, essere femministe

Alberto Capatti, Alfagola / Una mezza ricetta

Alfadomenica #2 – aprile 2018

Ci libereremo mai dell'eredità degli anni Sessanta e Settanta? Ma soprattutto: vogliamo liberarci di questa eredità, ancora così ricca e felicemente contraddittoria? Sono le domande sottintese allo speciale sul teatro che vi proponiamo in apertura questa settimana e che comprende - insieme a due interventi di Rodolfo Sacchettini e Enrico Pitozzi - una intervista di Marilena Borriello al gruppo londinese Punchdrunk sul concetto di teatro immersivo: un tema molto contemporaneo, e tuttavia in qualche modo anch'esso "figlio" degli ultimi decenni del ventesimo secolo, dal momento che gioca intorno all'evoluzione del ruolo dello spettatore. Accanto al teatro, la fotografia (due recensioni di libri e di mostre firmate da Elisabetta Marangon e da Eleonora Roaro) e il cinema (Roberto Silvestri sul Giovane Marx di Raoul Peck), e in finale la rubrica Alfagiochi curata da Antonella Sbrilli.

Prima di chiudere, un invito - per chi non lo ha ancora fatto - a iscriversi o reiscriversi all'Associazione Alfabeta. Per informazioni, l'email a cui rivolgersi è associazioneculturale@alfabeta2.it. Per osservazioni o suggerimenti sui nostri materiali, invece, scrivere a redazione@alfabeta2.it.

E adesso, buona lettura!

Il sommario:

Rodolfo Sacchettini, Il teatro di oggi, la memoria dei Settanta

Enrico Pitozzi, Incommon: un contributo per ripensare il teatro italiano del secondo Novecento

Marilena Borriello, Il Teatro Immersivo dei Punchdrunk: lo spettatore tra partecipazione produttiva e narcisismo

Elisabetta Marangon, Uno spazio per il dissenso visivo. Due storie della fotografia

Eleonora Roaro, Fantasie di un quotidiano impossibile. Carlo Mollino a Camera

Roberto Silvestri, Da Raoul Peck lezioni di politica e di Jenny-marxismo

Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Pensieri da ascensore: video chiamata

Alfadomenica #1 – aprile 2018

A quattro settimane dal voto, vi proponiamo oggi un focus che, attraverso gli interventi di Franco Berardi Bifo, Letizia Paolozzi e Lelio Demichelis, intende guardare al panorama post elettorale da prospettive non troppo vincolate alle cronache quotidiane. Completano l'Alfadomenica festivo (auguri!) due interventi, uno sul teatro (Alfonso Amendola su un testo di Eugenio Barba e Nicola Savarese) e uno sull'arte (Giacomo C. Orsi sui riti di passaggio alla Tate di Londra), la rubrica Interférences di Andrea Inglese, dedicata questa volta a uno scritto di Frédéric Monferrand, e infine l'Alfagola di Alberto Capatti, che nel giorno di Pasqua ci invita a prolungare la Quaresima con un pranzo di magro.

Buona lettura!

Franco Berardi Bifo, Europa Nazione

Letizia Paolozzi, Vincitori a metà, donne comprese

Lelio Demichelis, Il trionfo del populismo

Alfonso Amendola, Per un'epopea dei teatri

Giacomo C. Orsi, Picasso e gli impressionisti, riti di passaggio alla Tate

Frédéric Monferrand, Interférences, # 17 / “Leggete Karl Marx”: una cartografia

Alberto Capatti, Alfagola / Dopo la Pasqua, lo strettissimo magro

Alfadomenica #4– marzo 2018

Asinità e ombra in Bruno e in Joyce è il titolo di un breve, denso e illuminante saggio in cui Enrico Terrinoni - fra l'altro autore in progress, con Fabio Pedone, della prima traduzione integrale di Finnegans Wake - analizza l'influenza del filosofo nolano sullo scrittore irlandese sotto il segno dell'asino, emblema ambivalente di piatta ottusità e di infinita pazienza. Con questo testo  si apre un alfadomenica dedicato alla letteratura (i rapporti fra narrativa ed ecologia e gli scrittori Ricardo Piglia e Jeff VanderMeer sono al centro degli altri articoli che vi proponiamo). Completano il numero di oggi una riflessione di Giorgio Mascitelli sul "politicamente corretto" e la rubrica Alfagiochi di Antonella Sbrilli, che questa volta va in visita alla "bisca" allestita dall'artista Nico Vascellari.

Buona lettura!

Enrico Terrinoni, Asinità e ombra in Bruno e in Joyce

Ludovica del Castillo, Parlare di letteratura attraverso l’ecologia

Filippo Polenchi, Ricardo Piglia: desiderio, distruzione, sottosuolo e scomparsa

Aristide Maselli, Borne in the USA

Giorgio Mascitelli, Parole chiave

Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Scrivi con l'alea

 

Alfadomenica #3 – marzo 2018

Un focus molto ampio intorno all'attività di alcuni spazi teatrali romani curato da Dalila D'Amico e accompagnato da un intervento su Tino Sehgal di Maia Giacobbe Borelli; le riflessioni di Letizia Paolozzi su #metoo e #quellavoltache; due ricordi di Daniele Lombardi; un alfagola dedicato alle torte di pane: questi i materiali che compongono il terzo alfadomenica di marzo. Buona lettura!

Il sommario

Dalila D’Amico, Teatro, comunità e resistenza a Roma

Maia Giacobbe Borelli, Tino Sehgal, o delle pratiche di partecipazione attiva dello spettatore

Letizia Paolozzi, Parole liberate, rapporti di potere

Maria Maddalena Novati e Gino Di Maggio, Due ricordi per Daniele Lombardi

Alberto Capatti, Alfagola / Torte di pane

 

Alfadomenica #2 – marzo 2018

Un commento alle elezioni del 4 marzo firmato da GB Zorzoli apre un alfadomenica che propone alcune riflessioni sul nostro tempo, dalla conversazione di Mirella Armiero con Jean-Luc Nancy sul '68 ai percorsi di lettura di Lelio Demichelis e di Massimo Filippi dedicati rispettivamente alle politiche neoliberali e al rapporto bellicoso degli umani con gli altri viventi. Chiudono il numero un ricordo di Gillo Dorfles (a scrivere è Gino Di Maggio) e la rubrica Alfagiochi curata da Antonella Sbrilli. Buona lettura!

GB Zorzoli, Individualisti di tutto il mondo, unitevi

Mirella Armiero, Sessantotto: lo Spirito e la Potenza. Conversazione con Jean-Luc Nancy

Lelio Demichelis, Uguaglianza, lavoro e capitalismo squilibrato

Massimo Filippi, Una guerra perpetua

Gino Di Maggio, Gillo Dorfles 1910 - 2018

Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Giallo, blu, rosso