Gianfranco Baruchello

Le fotografie del numero 4 di Alfabeta2 (novembre 2010) sono dedicate all'artista Gianfranco Baruchello. Qui una selezione delle immagini pubblicate:

Un panino alla cultura

Andrea Cortellessa

«Di cultura non si vive, vado alla buvette a farmi un panino alla cultura e comincio dalla Divina Commedia». Dell’ormai celebre battuta dell’effettivo leader del paese, Giulio Tremonti, nei giorni in cui affossava la funesta legge Gelmini sull’Università (solo per il momento, e comunque per le ragioni più sbagliate), prima delle parole colpisce la mimica: lo sguardo ammiccante e insieme sprezzante, il voltare di scatto le spalle all’interlocutore, l’incamminarsi risoluto per la propria strada. Inequivoco il linguaggio del corpo: abbiamo ben altro a cui pensare, noi. Leggi tutto "Un panino alla cultura"

Dalla gru, Brescia è bellissima, di notte

Gherardo Bortolotti e Maria Luisa Venuta

Lunedì 8 novembre 2010, alle ore 6:07, lo sgombero di un presidio nasconde il nodo, sempre più stretto, tra immigrazione e lavoro dietro la militarizzazione di un quartiere centrale di una città del Nord Italia. Il presidio era il segno a terra dell’occupazione di una gru, a trentacinque metri d’altezza, in corso a Brescia dal 30 ottobre. Sulla gru, alcuni migranti, dopo le (costose) perversioni legislative della cosiddetta «sanatoria truffa» del 2009, chiedono il permesso di soggiorno per regolarizzarsi, smettere di lavorare in nero, non subire più il ricatto della clandestinità. Dalle 6:07, fermi, arresti ed espulsioni. Leggi tutto "Dalla gru, Brescia è bellissima, di notte"

Approfondimenti a: Il corpo degli uomini

Giovanna Cosenza

La riflessione sulla rappresentazione mediatica del corpo femminile che ha seguito l'uscita del documentario di Lorella Zanardo "Il corpo delle donne" dovrebbe essere integrata con una riflessione analoga sul corpo maschile. Il campo semantico dei generi sessuali, infatti, è fatto di unità che non sono isolate, ma in stretta dipendenza reciproca. L'articolo propone alcuni spunti su come il corpo degli uomini è rappresentato nella pubblicità contemporanea.

Leggi tutto "Approfondimenti a: Il corpo degli uomini"

«alfabeta2» numero 4 è in edicola

dal 16 novembre in edicola e in libreria

«Per esempio – mi chiedo – quanti italiani sanno di vivere da tempo formalmente in uno stato di emergenza, proclamato per poter schierare l’esercito in aree civili?». Slavoj Žižek, intervistato da Antonio Gnoli, apre la discussione Anomalia Italia. Il fenomeno Berlusconi, la lobby vaticana, le scuole rase al suolo e l’università fra i temi trattati, con interventi di Pier Aldo Rovatti, Franco Buffoni, Alexander Stille, Enrico Donaggio e altri.

Il sogno americano esiste ancora? Furio Colombo, Chu Zhaogen, Danilo Zolo, Luigi Ballerini discutono da diverse angolazioni la Scomparsa dell’America. Questione complicata, quantomai spinosa questa, che analizza l’attuale responsabilità internazionale degli Stati Uniti, le sue politiche interne e la ormai vecchia convinzione che la priorità data alle relazioni con gli Stati Uniti sia ancora assoluta.

Ghada Karmi (palestinese) e Ilan Pappé (israeliano) si confrontano per la soluzione dello Stato unico.

L’intero numero è illustrato da Gianfranco Baruchello con un’intervista curata da  Beppe Sebaste.

«alfabeta2» è disponibile anche in versione digitale nei tre formati ePub, mobipocket/kindle e Pdf. I numeri del mensile formato e-book resteranno disponibili per l’acquisto anche dopo l'uscita dei nuovi numeri, per dare l’opportunità di acquistare numeri persi o non più presenti in edicola.

Svalutazioni comparative

Roberta De Monticelli

“Preso atto dell’insussistenza di rapporti di parentela o affinità fino al IV grado tra i commissari e i candidati, o i commissari medesimi, la Commissione procede…”. Un attimo di smarrimento può attenuare la tua residua lucidità, mentre firmi anche quella pagina del poderoso verbale che sta per essere consegnato agli uffici competenti. Cosa si intenderà per affinità di quarto grado? L’interdetto misterioso che potrebbe, come il fulmine di Giove, piombare sulla fittissima trama di scambi, negoziati, accordi, ricordi, ripicche e ricatti che da anni si intreccia intorno a questa Procedura di Valutazione  Comparativa (che vuol dire concorso a posti di ruolo nell’Università italiana), e confondere in una gioiosa deflagrazione vincitori e vinti, “cordate” e corde, presidenti e segretari? Il fuoco purificatore che brucerà le novanta pagine di convergenze parallele  su cui si fonderanno la cattedra di Tizio e il destino precario e ramingo di Caio e Sempronio? La maestà della Legge si profila per un attimo, misteriosa e sublime, sopra le bassure afose dell’associazione di stampo accademico.  Breve sogno. Il plico è chiuso. La procedura di svalutazione comparativa di tutti i valori, consumata. I cellulari ricominciano a trillare festosi. Leggi tutto "Svalutazioni comparative"