Alfadomenica # 1 – luglio 2019

Molti libri, qualche film e l'alfagioco finale: ecco il menu di questo primo alfadomenica di luglio. Qui sotto trovate il sommario completo, buona lettura!

Il sommario

 G.B. Zorzoli, La difficoltà di immaginare un'alternativa politica

Marina Forti, Guerriglieri maoisti in India. Tra gli adivasi del Jharkhand

Barbara Julieta Bellini, Uwe Timm, per una volontà etico-estetica

Massimiliano Manganelli, Walter Benjamin, il narratore

Andrea Gialloreto, Michele Mari, un puzzle di immagini e di parole

Filippo Polenchi, Michael Haneke, in cerca del Soggetto

Stefania Parigi, Blow-up, l’ingrandimento del nulla

Alessio Bergamo, L’asino di Anatolij Vasil'ev

Roberto Silvestri, La memoria-pugno. [...]

Alfagiochi / Tempo al minuto

Antonella Sbrilli

L’ossessione per il tempo può portare a concepire opere d’arte come The Clock dell’americano Christian Marclay: un “film” lungo 24 ore, fatto di frammenti di film in cui compaiono orologi che segnano via via l’ora in tempo reale. Se The Clock è difficile da vedere fuori da festival e rassegne, un montaggio analogo e più agevole si ritrova nel sito Literary Clock, dove - a ogni minuto - si può leggere un nuovo brano letterario che parla proprio di quel minuto, di questo minuto in corso. [...]

Alfadomenica #4 – giugno 2019

"Nella voce - ricorda Valentina Valentini nel suo intervento introduttivo allo speciale con cui oggi apriamo l'alfadomenica - sono legate insieme sonorità, corporeità e spazialità": la voce-corpo, dunque, è il tema dello speciale intorno al quale si articolano i contributi di Maria Cristina Reggio, Daniele Vergni e Ida Alessandra Vinella, quest'ultima in dialogo con Francesca Della Monica. [...]

Alfagiochi / La descrizione di un rebus

Antonella Sbrilli

Il 19 giugno scorso, a un mese dalla scomparsa di Nanni Balestrini, al teatro Argentina di Roma si è svolta in suo ricordo una kermesse dal titolo giocoso I migliori Nanni della nostra vita. Sei ore di interventi hanno rimescolato parole, immagini, suoni, azioni, in un collage senza inizio né fine.

La rubrica Alfagiochi di questa settimana aggiunge un collage a questo collage: si tratta in realtà di un vero collage, realizzato da Nanni Balestrini in occasione della mostra Ah, che rebus! [...]

Alfadomenica # 2 – giugno 2019

Pubblicheremo il programma completo la prossima settimana, ma già adesso invitiamo i nostri lettori che si trovano a Roma a segnare sull'agenda il ricordo di Nanni Balestrini organizzato dall'Associazione Alfabeta, che si terrà al Teatro Argentina mercoledì 19 giugno, a un mese dalla sua morte. Sarà un lungo incontro, dalle 17 alle 23, e l'idea - più che di un ricordo - è che si tratti insieme di una giornata di studio e di una festa, per cominciare a analizzare il ruolo determinante che Balestrini ha avuto nella cultura italiana (e non solo) dagli anni Sessanta in poi, e per celebrare la sua opera attraverso le parole, le immagini, la musica. [...]

Alfagiochi / Libri animati / libri aumentati

Antonella Sbrilli

Nella scorsa rubrica, abbiamo parlato della mostra Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app, che può ancora essere visitata fino al 30 giugno nelle due sedi gemellate di Roma (via della Stamperia, 6) e di Torino, Palazzo Barolo.
I libri animati sono quei manufatti editoriali che nella forma del libro racchiudono elementi mobili e manipolabili, meraviglie cartotecniche che nascondono sorprese visive e tattili fra le pagine, movimentando il formato consueto del libro in tanti modi diversi e con tanti scopi diversi, dalla didattica al gioco.
[...]

Alfadomenica #3 – maggio 2019

Il quinto e ultimo capitolo del ciclo sulla poesia italiana del nuovo millennio curato da Ivan Schiavone (e a comporlo questa volta, fra tendenze e tensioni, è Stefano Colangelo); la seconda parte dello Speciale dedicato alla Biennale di Venezia, che continuerà nelle prossime settimane; un focus sull'abitare collettivo, tra storia e letteratura; recensioni di mostre (Francesco Vezzoli, Paolo di Paolo) e di libri (Lo stradone di Francesco Pecoraro); un sentiero di lettura (Wittig, Fidolini, Zappino) il cui punto di avvio potrebbe essere la celebre frase di Lacan "Il n'y a pas de rapport sexuel"; un intervento sulla (contro la) flat tax di Andrea Fumagalli; l'appuntamento con la rubrica quindicinale Alfagiochi. [...]