Una giornata per Giordano Falzoni

Immagine tratta da La Bananina d¹oro, Il Caffè, 4, 1968

Mercoledì 27 marzo Gianluigi Simonetti e Teresa Nocita organizzano all’università dell’Aquila la giornata di studi Giordano Falzoni: transcodifica e avanguardia tra letteratura, cinema, teatro. L’intera giornata sarà trasmessa in diretta streaming sul canale d’Ateneo. L’incontro, coordinato da Doriana Legge per la sezione teatro e da Mirko Lino per quella di cinema, intende concentrarsi sulla figura singolare di questo pittore e autore teatrale, legato alla frazione romana del Gruppo 63, che è stato anche traduttore e amico di André Breton, interprete con registi del calibro di Fellini e stretto collaboratore di Alberto Grifi, cineasta della Beat Generation. L’occasione si lega alla riscoperta della produzione letteraria di Falzoni, ricordato fino a oggi quale artista visivo piuttosto che come scrittore. Il volume dell’opera omnia, a cura di Teresa Nocita, verrà pubblicato prossimamente dall’editore Longo.

Giordano Falzoni: transcodifica e avanguardia tra letteratura, cinema, teatro

Giornata di studi. Dipartimento di Scienze Umane – Università dell’Aquila

Mercoledì 27 marzo 2019, ore 10

La giornata di studi Giordano Falzoni. Transcodifica e avanguardia tra letteratura cinema teatro si concentra sulla riscoperta di una figura singolare di pittore, scrittore e autore teatrale. Legato alla frazione romana del Gruppo 63, Falzoni fu traduttore e amico di André Breton, interprete con registi del calibro di Fellini e stretto collaboratore di Alberto Grifi, cineasta della beat generation. In ambito letterario è il teorizzatore di un nuovo genere, il teatral-cine-romanzo, che nasce dalla contaminazione e dalla transcodifica della scrittura narrativa in ambito perfomativo, teatrale e filmico. Artista a tutto tondo, Falzoni è riuscito a ritagliarsi uno spazio caratterizzato da numerose tangenze all’interno del panorama culturale dell'ultimo quarantennio del Novecento, mettendo a punto un’ibridazione delle forme che lo caratterizza come uno dei più vivaci protagonisti della scena artistica italiana degli anni Sessanta e Settanta

PROGRAMMA

ore 10

Gianluigi Simonetti (Università dell’Aquila) Presidenza

Renzo Paris

Introduzione

ore 10,30-11.30

Letteratura

Teresa Nocita (Università dell’Aquila) Profilo letterario di un artista: Giordano Falzoni e il Gruppo 63

Alessandro Bosco (Università di Innsbruck)

«Il faut un mur, le mur d'une rue fréquentée sur lequel l'on puisse écrire». Note su Falzoni scrittore

Intorno a Falzoni: scrittura scenica e opera aperta nel teatro italiano degli anni Sessanta

ore 12-13

Doriana Legge (Università dell’Aquila)

L’esperienza teatrale di Giordano Falzoni: un gioco delle possibilità

ore 14.30-16.00

Cinema

Bruno Di Marino (Accademia di Belle Arti di Frosinone)

L'artista e il cineasta. Le incursioni di Falzoni nel cinema di Grifi

Giacomo Ravesi (Roma Tre)

Uno, nessuno e centomila. Giordano Falzoni: attore, performer, caratterista

Mirko Lino (Università dell’Aquila

Alchimie visive. Sull'intermedialità in Falzoni e Grifi

ore 16-17

Teresa Nocita dialoga con l’artista Leonardo Crudi sul Progetto Cinema

Mirko Lino presenta il cortometraggio di Alberto Grifi

Il grande freddo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.