Alfadomenica #2 – febbraio 2019

L’Italia, l’Europa. Sappiamo cosa sono oggi? Sappiamo cosa saranno nel giro di pochi mesi? Se lo chiedono, ce lo chiedono, Daniele Balicco e Giorgio Mascitelli negli interventi con cui apriamo l’alfadomenica di oggi. Un alfadomenica, manco a dirlo, molto ricco, che oltre a proporre diverse recensioni e un alfagiochi particolarmente stimolante, si spinge verso territori poco battuti, come la nuova scena teatrale albanese o la programmazione di un importante spazio artistico ad Ankara. Indagare aree apparentemente laterali, esercitare lo sguardo critico: questi sono gli obiettivi che ogni settimana ci diamo, grazie a una rete di collaboratori sempre più estesa e ai lettori che ci seguono attraverso la newsletter e i canali social, e soprattutto che ci dimostrano un sostegno attivo, iscrivendosi o rinnovando l’iscrizione all’associazione Alfabeta.

Buona lettura!

Daniele Balicco, Quando uno Stato muore

Giorgio Mascitelli, Una morale smart per il nuovo millennio

Valentina Valentini, Piccola storia del teatro in Albania. Intervista a Armand Bora

Davide Campodirame, Una Turchia in transizione alla Cermodern di Ankara

Ivan Pupo, Smemorati e stupratori. Pirandelliana di ottima annata

Gianfranco Franchi, Le macchine di Basaglia

Barbara Chitussi, Fantasmi che si aggirano

Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Un blog a sorpresa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.