Alfadomenica # 3 – gennaio 2019

Cominciamo questo Alfadomenica ringraziando tutti i lettori che hanno deciso di iscriversi o di rinnovare l'iscrizione all'associazione Alfabeta: il loro sostegno, la loro presenza con noi sono indispensabili, e per questo ci auguriamo che in molti scelgano di seguire il loro esempio. In parallelo, un grande grazie va ai collaboratori che, settimana dopo settimana, dedicano generosamente energie e tempo ai testi che di volta in volta vi proponiamo e che, ci piace pensare, contribuiscono ad arricchire e ad affilare il nostro sguardo sul mondo.

Ne è una prova, crediamo, il sommario di questo numero che si apre con la prima puntata di una ricognizione sulla poesia italiana del nuovo millennio curata da Ivan Schiavone, che ha chiesto a cinque critici di riflettere su questo tema e di scegliere a loro volta cinque voci tra autrici e autori che hanno esordito a partire dal 2000. Primo a essere interpellato è Gian Mario Villalta.

L’articolo che segue, una recensione di Roberto Terrosi al libro-intervista Genocidi animali, ci interroga su un tema che riteniamo cruciale e al quale da tempo riserviamo molto spazio, il nostro rapporto con le altre specie: un tema complesso, che spesso vede posizioni contrapposte – per questo saremmo felici se le “domande difficili” di Terrosi aprissero un dibattito aperto, come è nella tradizione di Alfabeta. Ma anche altre, tra le riflessioni che vi proponiamo oggi (qui ne citiamo solo due: Federico Zappino sul film Bohemian Rhapsody, Angelo Guglielmi su Sogni e favole di Emanuele Trevi), si prestano a essere oggetto di approfondimento e di confronto.

Come sempre, aspettiamo i vostri commenti e vi auguriamo buona lettura!

 

Ivan Schiavone, 5x5. Poesia italiana del nuovo millennio / Introduzione

Gian Mario Villalta, 5x5. Poesia italiana del nuovo millennio / Cartina muta

Roberto Terrosi, Domande difficili sull'uccisione dei non umani. Con le risposte di Alessandro Dal Lago e di Massimo Filippi e Antonio Volpe

Angelo Guglielmi, La realtà straniata di Emanuele Trevi

Federico Zappino, Una rapsodia etero

Ludovico Pratesi, La terra di nessuno

Mariavita Cambria, Irlanda, il discorso politico di un altrove possibile

Ana López Rico, Sguardi sull'isola di smeraldo attraverso il filtro della memoria

Alberto Capatti, Alfagola / Spaghetti al pomodoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.