5×5. Poesia italiana dal nuovo millennio / Introduzione

Ivan Schiavone

Una vitalità brulicante e sotterranea agita la poesia italiana del nuovo millennio delineando un continente sommerso non rischiarato dagli incerti lumi dell’industria culturale nostrana. Abbiamo chiesto a cinque critici di guidarci in questo territorio, rischiarandolo con la propria idea di quel che è e può la poesia italiana in questa manciata di anni che ci ha separato, definitivamente, dal novecento. Abbiamo chiesto a ciascun critico inoltre di trascegliere in questo panorama cinque voci poetiche che ritenesse esemplari per illustrare la propria visione, limitando l’esempio a quanti abbiano esordito nel nuovo millennio. Quello che emergerà sarà un concerto di voci discordi, una teoria di posizioni antitetiche che la differenza non ha sottratto alla strenua volontà del dialogo nella certezza che ancora la poesia sia e rimanga strumento imprescindibile per interpretare e modificare il mondo, la critica lo strumento privilegiato per l’accesso e la difesa del fatto letterario e della civiltà che lo ha prodotto, la letteratura una postrema roccaforte contro il montare della barbarie da cui siamo circondati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.