Alfadomenica #2 – luglio 2018

La giornata di un (quasi) scrutatore è il titolo (quasi) calviniano del commento di Fabio Salomoni alle recenti elezioni in Turchia, con cui apriamo l'Alfadomenica di oggi. Un Alfadomenica molto corposo, che ha al suo centro la poesia, con cinque raccolte a firma di Gherardo Bortolotti, Maria Grazia Calandrone, Biagio Cepollaro, Vincenzo Ostuni e Enrico Testa, recensite rispettivamente da Massimiliano Manganelli, Giovanna Frene, Giorgio Mascitelli, Luigi Severi e Patricia Peterle. Completano il sommario un'anticipazione da Ollivud di Andrea Inglese, un intervento di Benedetta Saglietti sulla rassegna musicale Le vie dell'amicizia e l'Alfagola di Alberto Capatti.

Buona lettura!

Fabio Salomoni, Istanbul. La giornata di un (quasi) scrutatore

Giovanna Frene, Maria Grazia Calandrone, che cos’è il bene?

Massimiliano Manganelli, Gherardo Bortolotti, epica al microscopio

Giorgio Mascitelli, Biagio Cepollaro, il corpo al centro dell'inverno

Patricia Peterle, Enrico Testa, fuori da ogni dove

Luigi Severi, Vincenzo Ostuni, verso una comune presenza

Andrea Inglese, Ollivud

Benedetta Saglietti, Riccardo Muti, tra Kiev e Ravenna la musica è ambasciatrice di pace

Alberto Capatti, Alfagola / Orale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.