Alfagiochi / Estasi vetrofanie

Antonella Sbrilli

Mentre negli spazi luminosi della Haus der Kulturen der Welt di Berlino si svolgeva la fiera del libro d’arte 2018, dal titolo Miss Read noi abbiamo giocato con un quadrato di sedici lettere (riprodotto a sinistra in nero) in cui bisognava trovare una parola - la più lunga possibile - che avesse in qualche modo a che fare con l’evento berlinese.

                              

Via Twitter hanno risposto Luigi Scebba, che vi ha letto “artiste”, “isteria”, “farsetto” e Marisa (@beccodigru) che ha individuato la parola più lunga componibile secondo le regole del paroliere e cioè “fraintesa” (visibile in rosso nel quadrato a destra). E “fraintesa" ci riporta effettivamente a Miss Read, una sequenza di segni e di suoni che si può “leggere erroneamente” (in inglese misread) e dunque fraintendere creativamente in molti modi.

Via posta elettronica è arrivata poi una variante del gioco, inviata e inventata da Afro Somenzari che ha disposto le stesse sedici lettere in un nuovo quadrato, dove si leggono le parole “estasi vetrofanie”.

 

 


Artista, editore, giocatore, Afro Somenzari (Viadana, 1955) ha fondato nel 1994, con Enrico Baj e Ugo Nespolo, l’Istituto Patafisico Vitellianense. Nello spirito della Patafisica, la scienza delle soluzioni immaginarie di Alfred Jarry, Somenzari ha organizzato festival (Patafluens), diretto musei, fondato la casa editrice FUOCOfuochino, illustrato libri e molto altro, come si può leggere nell’intervista sul sito di Armando Adolgiso.

E allora, poiché abbiamo questo quadrato nuovo a disposizione, il gioco di questa settimana invita a cercare parole e frasi negli intrecci dell’estasi e delle vetrofanie di Afro Somenzari.

Le soluzioni vanno inviate all’indirizzo redazione@alfabeta2.it o su Twitter e Instagram con l’hashtag #alfagiochi.

 

6 risposte a “Alfagiochi / Estasi vetrofanie”

  1. esito a visitare straviste vie in festa… tra vittorie fiorite, strane vesti e troni striati in vista resisto, son veri ronfi estivi!
    io inviteró voi a versare vino fino a sta sera: in vino veritas! nei nostri versi no!

  2. esito a visitare viste e straviste vie in festa:
    starsene tra trite vittorie fiorite,
    tanti troni striati e strane vesti in vista
    son vere noie estive! resisto a forti ronfi!
    infatti inviterò voi a versare vino fino a sta sera:
    “in vino veritas!” nei nostri versi no! (forse)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.