Alfadomenica #3 – aprile 2018

Un trittico letterario - Lowry, Bernhard, Carnaroli - declinato attraverso tre parole chiave, annientamento attrito trauma; una riflessione sulla difficoltà di dirsi donne, prima ancora che femministe; una (mezza) ricetta: questi gli ingredienti dell'alfadomenica di oggi, di cui trovate qui sotto il sommario completo.

Prosegue intanto il lavoro sull'Alfabeta (di carta) dedicato al Sessantotto, che andrà in stampa a breve e che verrà inviato a chi si è iscritto o si iscriverà all'associazione Alfabeta. Ricordiamo che per informazioni sull'associazione, l'email a cui rivolgersi è associazioneculturale@alfabeta2.it, mentre per osservazioni o suggerimenti sui materiali che proponiamo, potete invece scrivere a redazione@alfabeta2.it.

E ora, buona lettura!

Filippo Polenchi, Malcolm Lowry, una scrittura dell'annientamento

Luigi Azzariti Fumaroli, Thomas Bernhard, una scrittura dell’attrito

Giovanna Frene, Alessandra Carnaroli, una scrittura del trauma

Serena Carbone, Essere donne, essere femministe

Alberto Capatti, Alfagola / Una mezza ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.