Sedano al sangue

Alberto Capatti

Romanzi gialli e ricettari hanno pochi punti in comune. Ci sono le eccezioni e fra queste I figli di mammasantissima, un Omnibus Mondadori del 1971 che raccoglie documenti, inchieste – una firmata da Prezzolini – e fiction sulla mafia negli Usa, sicula a New Orleans e New York. Il ricettario dei menu dei pranzi di iniziazione chiude il volume, tratto da The Mafia cookbook (Joe Cipolla, 1970) :

Vermicelli alla greaseball

Polpettone alla siciliana

Sedano al sangue

Cannoli del capo famiglia

Panzerotti di prima qualità

Piedini del Capo

Melanzane alla “Cheesy” Marino

Strangolapreti

Pasta in calabusa

Piccioni alla lupara

Filetto di vitello alla Scarface

La caponata di Al Capone

Greaseball (palla, testa unta, grassa) era il vecchio membro mafioso non nativo negli USA; piedini del Capo, del Capomafia ; cheesy è il formaggiaio, ma cheese, oltre al formaggio è il pezzo grosso; calabusa termine siciliano che indicava la cella della prigione.

Ecco la ricetta del

Sedano al sangue

Mezzo bicchiere di olio d’oliva

1 cipolla finemente tritata (la cipolla dovrà essere piccola)

3 spicchi d’aglio tritati

Mezzo chilogrammo di pomodoro (a peretta) spezzettati

Sale e pepe per insaporire

1 chilogrammo di sedano.

Porre un piccolo tegame su fiamma viva con l’olio d’oliva, la cipolla e l’aglio finemente tritati. Lasciar dorare questi ingredienti per un minuto e aggiungere i pomidoro spezzettati, sale e pepe; cuocere mescolando di frequente. Lavare i gambi di sedano; togliere le foglie e tagliarli in pezzi lunghi un dito. Lessare in acqua salata; quando i gambi sono teneri, scolarli e disporli su un piatto di portata, coprendoli con la salsa preparata. Mescolare e servire.

Questa ricetta dell’Acciu o Accia, sedano di Sicilia famoso per grossezza e profumo, non è contemplata in Profumi di Sicilia di Giuseppe Coria (1981).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.