Semaforo # 3 – dicembre 2017

Facebook

Chamath Palihapitiya ha cominciato a lavorare per Facebook nel 2007 e nel 2011 ha lasciato l'incarico di vicepresidente per la crescita degli utenti. Quando aveva iniziato non si prestava molta attenzione alle conseguenze negative a lungo termine dello sviluppo della piattaforma. "Penso che in fondo in fondo abbiamo sempre saputo che qualcosa di brutto sarebbe potuto accadere", afferma ora Palihapitiya, 41 anni. "Ma penso che il modo in cui lo immaginavamo non fosse come quello che abbiamo di fronte".

Amy B. Wang, Former Facebook VP says social media is destroying society with ‘dopamine-driven feedback loops’, Washington Post, 12 dicembre 2017

Genetica

Filosofi come John Harris dell'università di Manchester e Julian Savulescu dell'università di Oxford hanno affermato che avremo il dovere di manipolare il codice genetico dei nostri futuri figli, un concetto definito da Savulescu "beneficenza procreativa". Il campo di studi ha esteso il termine da "negligenza parentale" a "negligenza genetica", suggerendo che se non usiamo l'ingegneria genetica o l'aumento cognitivo per migliorare i nostri figli quando possiamo, si tratta di una forma di abuso.

Jim Kozubek, Even if genes affect intelligence, we can’t engineer cleverness, Aeon, 11 dicembre 2017

Natura

Il ruolo determinante della natura nella caduta dell'impero romano ci dà motivo di ripensare al potere dell'ambiente fisico e biologico sulle sorti delle società umane. Forse potremmo non vedere più i Romani come un'antica civiltà del tutto separata dalla nostra epoca moderna, ma piuttosto come i creatori del mondo contemporaneo. I Romani costruirono una civiltà nella quale le reti globali, l'emergere di nuove malattie infettive l'instabilità ecologica giocarono un ruolo decisivo. Anche i Romani pensavano di avere il sopravvento sul potere incostante e furioso dell'ambiente naturale. La storia ci avverte: sbagliavano.

Kyle Harper, How climate change and disease helped the fall of Rome, Aeon, 15 dicembre 2017

Il Semaforo di Alfabeta è a cura di Maria Teresa Carbone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.