Antonella Sbrilli

“L’arte è una grande bugia, ma non ha le gambe corte” e “Cerco solo compagni di gioco”. Ripartiamo da qui, da questi due pensieri di Maria Lai (1919-2013, vedi qui una galleria di opere pubblicate su Alfabeta2) per riprendere il filo del nostro gioco:

anagrammare i nomi degli artisti e delle artiste presenti alla 57ma Biennale di Venezia. Ricombinare le lettere in cerca di assonanze, sorprese, assurdità, titoli emblematici, corto-circuiti fra le lingue.
Per saperne di più vedi la scorsa puntata.

Maria Lai è una delle artiste presenti in questa edizione della Biennale e la prendiamo alla lettera questa “maga della terra” che ha giocato con i fili, le stoffe, i libri, le pietre, il pane, la scrittura.
La prima citazione la manda su Twitter Viola Fiore (@caro_viola), insieme a un geniale anagramma del nome dell’artista di Ulassai: “I am a liar”.
Fra le diverse ricombinazioni delle otto lettere che compongono il nome (“l’aria mia”, “la riamai”, “amari lai” - quest’ultima inviata da Sebastiano Sicali), quella trovata da Viola Fiore vale come un motto che illustra la frase iniziale: l’artista è una mentitrice le cui invenzioni vanno lontano, anche in cerca di giocatori e giocatrici che abbiano voglia di vagare lungo le sequenze delle lettere, sconfinando fra idiomi e isole, dalla Sardegna all’Inghilterra.

Grazie a Viola Fiore, Sandra Muzzolini, Ninninedda, Luigi Scebba, Giuseppina Zizzo, l’impresa della “Biennale alla lettera” procede e il nostro padiglione verbo-visivo raccoglie a oggi 13 artisti, compresa Maria Lai che abbiamo appena visto.

Fra i nuovi ingressi il tedesco Michael Beutler, trasformato da Sandra Muzzolini in “Marchi e tele blu” e l’argentino Sebastián Díaz Morales (“Esiste rima baldanzosa?”).

Restano decine di nomi su cui sbizzarrirsi, trasformandoli, senza obbligo di giudizio estetico e senza finalità interpretative. A voi la scelta.

Come si gioca:

a questi indirizzi web si possono scorrere i nomi degli artisti nelle diverse sezioni

http://www.labiennale.org/it/arte/esposizione/artisti/ 
http://www.labiennale.org/it/arte/esposizione/partecipazioni-nazionali/ 
Dagli elenchi si possono scegliere i nomi che più ispirano e proporre degli anagrammi, inviandoli - senza indicare la soluzione - su twitter @alfabetadue con gli hashtag #alfagiochi #Biennale o via mail all’indirizzo redazione@alfabeta2.it

PS
Oggi domenica 25 giugno 2017 cade l’ultimo appuntamento con le iniziative della Settimana dei musei 2017 (#MuseumWeek) il cui tema principale è “Donne e cultura” (#WomenMW).

A questo indirizzo istruzioni e informazioni per partecipare dal vivo e sui social: http://musei.beniculturali.it/notizie/notifiche/museumweek-2017

***

Il Cantiere di Alfabeta è uno spazio di dibattito online e dal vivo concepito per sostenere e ampliare il lavoro quotidiano della rivista. E da qualche giorno per i soci è stato avviato un gruppo di lettura dedicato a Il selfie del mondo di Marco d'Eramo

Entra anche tu nel Cantiere di Alfabeta!

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi