Un commento di Federico Campagna sulle elezioni nel Regno Unito apre un alfadomenica molto ricco (trovate sotto il sommario). Soltanto due parole quindi per ricordare a tutti i lettori che nel Cantiere, lo spazio riservato ai soci dell'associazione Alfabeta, sta per prendere avvio il gruppo di lettura dedicato al libro di Marco d'Eramo Il selfie del mondo, su un tema, la pervasività globale del turismo, che approfondiremo nei prossimi mesi. Se non vi siete ancora iscritti, è il momento per farlo. Vi aspettiamo! 

  • Federico Campagna, The Great British Bake Off:  The Great British Bake Off è uno dei programmi televisivi più seguiti nel Regno Unito. In un giardino immacolato, un enorme gazebo bianco ospita dei concorrenti impegnati a preparare torte su torte, sotto l’occhio vigile di una giuria di ‘esperti’ mangioni. Le telecamere si muovono a ritmo da thriller tra i volti sudati dei partecipanti e le loro creazioni, spesso mediocri, talvolta immangiabili, raramente sopraffine. Ma a prescindere dalla loro qualità, le opere degli aspiranti pasticcieri seguono tutte un medesimo destino: prodotte nel vuoto pneumatico di un gazebo, a fine puntata finiscono tutte insieme nei rifiuti poco fuori la porta. Le pantomime da giardino restano affari da giardino, così come il cavallo degli scacchi smette di muoversi appena fuori dal suo mosaico di tessere.- Leggi:>
  • Tiziana Migliore, Venezia, rammendi e lampade per l'arte a parlamento: Alcuni artisti della Biennale di Christine Macel hanno accolto l’invito a mostrare l’arte in fieri – appunto Viva Arte Viva – battendo in sordina una strada precisa. Quest’anno l’esposizione dell’artefatto cede estesamente il passo all’esposizione delle pratiche di ideazione, dentro cui intervengono i visitatori, da esecutori materiali o cooperanti. Ma l’arte “partecipata”, come realizzazione in comune dell’opera, esiste da decenni. In tema di Biennale, chi non ricorda Photomatic, l’esperimento di produzione collettiva di un murales di tessere fotografiche diretto da Franco Vaccari alla Biennale del 1972? O, di recente,Untitled 2015 (14.086 unfired) di Rirkrit Tiravanija, 14.086 mattoni cotti in situ con l’ideogramma cinese del motto di Guy Debord “Ne travaillez jamais”, acquistabili a 10 euro per finanziare l’ISCOS e così distinguere l’homo faber dall’animal laborans? - Leggi:>
  • Paolo Carradori, Nuovamente Berio. Trenta anni di Tempo Reale: In un paese dove la cultura è un problema non una ricchezza, trenta anni di vita, di attività sono molti, traguardo significativo per una qualunque istituzione. Se poi l’istituzione è musicale come Tempo Reale – Centro di ricerca produzione e didattica musicale fondata a Firenze da Luciano Berio nel 1987 – progettato per indagare gli sviluppi creativi dei linguaggi legati alle nuove tecnologie, l’obiettivo risulta ancora più prestigioso. Luciano Berio nel 1952, negli Stati Uniti con una borsa di studio, rimane colpito al Museum of Modern Art di New York dall’ascolto di Sonic Contours per “tape recorder” di Vladimir Ussachevsky.  - Leggi:>
  • Antonella Sbrilli, Alfagiochi / Biennale alla lettera: Nella prima puntata della rubrica dedicata alla Biennale alla lettera, due settimane fa, abbiamo proposto di anagrammare i nomi degli artisti della LVII Biennale in corso a Venezia, a cui Alfabeta2 ha dedicato uno speciale con gli interventi di Manuela Gandini, Francesca Pasini e Andrea Cortellessa. L’anagramma che introduceva il gioco era questo: “Coraggio era l antidoto” e ricombinava le lettere del nome dell’artista Giorgio Andreotta Calò. - Leggi:>
  • Alberto Capatti, La ricetta smemorata: 70-80 gr di spaghetti - Pomodori freschi grandi o passata di pomodoro o pelati in scatola - Olio - Sale - Parmigiano. Con questi ingredienti mi sono preparato cento volte la pasta al punto di non rammentare più la ricetta, e di ritenerla superflua. Facendo uno sforzo di erudizione potrei citare gli spaghetti al pomodoro di Vincenzo Buonassisi (Il nuovo codice della pasta, Rizzoli, 1985, pp 105-106) ma non aggiunge nulla se non una riflessione sui pomodori e la loro cottura. Il web invece gioca oggi al rialzo, complicando tutto, captando l’attenzione con fotografie, o mettendomi in lizza persino tre chef.  - Leggi:>
  • Una poesia 31 / Vincenzo Frungillo: “Ah, il tempo delle prove, / non ne verremo mai fuori, / non avremo un cortile, / un sottoscala, una cantina.- Leggi:>
  • Semaforo: Binari - Lotteria - Musei - Leggi:>
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi