woman_traffic-300x202

Fellatio
È chiaro che le dinamiche fisiche della fellatio riflettono quelle psicologiche, ma riflettono al tempo stesso anche quelle sociali. L'atto della fellatio si verifica nel contesto di una società patriarcale in cui le aspettative sociali impongono che gli uomini lavorino (vale a dire, rimangano attivi), mentre le donne sono passive. Ma durante un pompino, è l'uomo a restare passivo, e a essere attiva è una donna – o un altro uomo. Si tratta di uno dei pochi casi nella vita di un uomo in cui piacere e mancanza di lavoro si riconciliano, dal momento che lui non sente di dover svolgere un lavoro per migliorare la sua situazione. Anzi, è il contrario di un lavoro, quello che ha bisogno di fare: ha bisogno di provare sensazioni, di osservare, di essere consapevole. È in questo contesto di presenza totale che trova il piacere più acuto.

Cody Delistraty, Fellatio and Juliet: On the Hard Task of Writing About Blowjobs , Broadly, 28 marzo 2017

Intrattenimento

“L'esposizione a programmi televisivi di intrattenimento, soprattutto in giovane età, può contribuire a rendere gli individui cognitivamente e culturalmente più superficiali e nel complesso più vulnerabili alla retorica populista”, scrivono Ruben Durante della Universitat Pompeu Fabra, Paolo Pinotti della Bocconi, e Andrea Tesei della Queen Mary University di Londra. “Diffondendo determinati codici linguistici e modelli culturali, l'intrattenimento televisivo può avere contribuito a creare un terreno fertile per il successo di leader populisti”, aggiungono gli studiosi.

Tom Jacobs, Did Mindless TV Programs Prime the Pump for Trump? , Pacific Standard, 28 marzo 2017

Trans

La signorina Vera, autrice di Miss Vera’s Cross Gender Fun for All e di altri due libri sul cross-dressing, ha fondato una scuola di perfezionamento per i ragazzi che vogliono essere ragazze, prima accademia transgender al mondo, e un servizio di cross-dressing, entrambi gestiti dal suo appartamento di Chelsea. Ex trader di Wall Street, Vera ha creato l'accademia nei primi anni '90 per soddisfare le esigenze delle migliaia di uomini che vogliono abbattere le barriere di genere e esplorare il loro lato femminile - alcuni per un giorno, altri per tutta la vita. Circa il 60 per cento di questi uomini si definiscono etero e sposati, anche se Vera si affretta a sottolineare che le linee tra queste etichette sono sfumate. “Alcune delle migliori menti del paese - spiega - sono passate attraverso le nostre porte, ma la maggior parte ha preferito la privacy”.

C. Brian Smith, Meet the Woman Who Runs a ‘School for Boys Who Want to Be Girls’ , Mel, 29 marzo 2017

Il Semaforo di Alfabeta è a cura di Maria Teresa Carbone

 

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi

THIS ARM / DISARM
Le macchine armate di Paolo Gallerani in un filmato di Maurizio Gibertini - Milano 10 marzo guarda il trailer