woman_traffic-300x202Educazione

“La natura sa come educare le cellule. Inserendo le cellule umane negli embrioni di maiale, lasciamo che la natura immagini come educarle a svilupparsi”, spiega Carlos Izpisua Belmonte (docente presso il Salk Institute e autore senior di uno studio appena pubblicato su Cell, che riferisce i risultati dell'inserimento sperimentale di cellule umane in un embtione suino, ndr).

Alice Park, Human Muscle Cells Are Growing Inside of a Pig , Time, 26 gennaio 2017

Entusiasmo

Quando ero giovane, poco prima dello smantellamento della Jugoslavia, lavoravo come giornalista per una rivista bosniaca che spesso si occupava di quei distinti individui la cui politica era indistinguibile dalla pura e semplice follia. Fra loro c'era Vojislav Šešelj, un ex dissidente diventato leader del Partito Radicale serbo, strenuamente impegnato nel fare di nuovo grande la Serbia, e pronto a tuonare sulle ingiustizie inflitte da una pletora di nemici sulla sua gente. Una volta pubblicammo una sua lunga intervista sotto il titolo Pianeta Serbia. Nel 1991 venne ospite a una popolare trasmissione della televisione serba. Erano cominciati i combattimenti in Croazia e una unità volontaria dei seguaci di Šešelj era laggiù, già in azione. Di fronte al pubblico in studio dal vivo, scherzò sull’entusiasmo dei suoi uomini nel tagliare le gole e disse: “Abbiamo nuovi metodi migliorati ora. Tagliamo le gole con il calzascarpe, e che sia arrugginito, in modo che l'autopsia non possa stabilire se a uccidere la vittima è stata la gola tagliata o il tetano”. Poco dopo Šešelj tirò fuori il fucile mostrandolo orgogliosamente. Il pubblico era molto preso. Mi sono ricordato di lui dopo avere sentito l’istruttiva fiaba di Trump sul generale Pershing che immergeva le pallottole nel sangue di maiale per sparare (in via extragiudiziale) ai terroristi, i filippini che resistevano alla occupazione statunitense.

Aleksandar Hemon, Trump: A War Criminal in the Making , Rolling Stone, 29 gennaio 2017

Sorveglianza

Questa settimana tre uomini sono stati arrestati in Svezia con l'accusa di avere violentato una donna in un appartamento a Uppsala, circa un'ora a nord di Stoccolma. Non è stato difficile per la polizia trovare i sospetti perché avevano ripreso l'assalto su Facebook Live. Diversi utenti avevano denunciato il video e la polizia era arrivata l'appartamento in tempo per arrestare gli uomini. (...) Secondo i ricercatori la pratica di documentare i propri delitti è in crescita. Ma qual è la spimta ad assumere questo comportamento autolesionista? (…) Molti giovani sono cresciuti sotto continua autosorveglianza: sono sempre davanti a un obiettivo, scattano foto e selfie, si muovono sotto il grande ombrello della condivisione continua”, spiega Raymond Surette, docente di diritto alla University of Central Florida e studioso del fenomeno.

Olivia Solon, Why a rising numbers of criminals are using Facebook Live to film their acts , The Guardian, 27 gennaio 2016

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi

THIS ARM / DISARM
Le macchine armate di Paolo Gallerani in un filmato di Maurizio Gibertini - Milano 10 marzo guarda il trailer