UN CANTIERE PER ALFABETA

fibra2 copiaQuando nel 2010 alfabeta ha ripreso a esistere dopo oltre vent’anni, due elementi hanno segnato una discontinuità rispetto alla prima serie della rivista: un “2” aggiunto alla testata, a indicare che un percorso nuovo si era aperto; e il sottotitolo, “mensile di intervento (e non più di informazione) culturale”. Da allora molto è cambiato in Italia e nel mondo, fuori e dentro “alfabeta2”. La necessità di un intervento culturale, però, non è cambiata. Anzi, si è fatta più forte e urgente. Per questo abbiamo creato l’associazione alfabeta, che si propone come cantiere di elaborazione del futuro ed è aperta a tutti coloro che vogliono sostenere questo progetto. Oltre a contribuire al rafforzamento del sito, gli iscritti hanno uno spazio dedicato - il Cantiere, appunto - all'interno del quale è possibile discutere senza rumori di fondo sui temi più attuali e trasmettere idee e proposte su possibili approfondimenti. Incontri e seminari dal  vivo accompagneranno questo percorso, in modo che la facilità di contatto consentita dal web tragga forza dalla incisività che solo l’incontro fisico può dare.

Cosa è il Cantiere di Alfabeta

 


 

14 risposte a “UN CANTIERE PER ALFABETA”

  1. Da commentare sono due cose. La parola “intervento”, sulla quale magari scrivero’ presto qualcosa. E un certo qual senso di residuo di “post” che mi pare di avvertire nei testi che ho letto.

  2. Un’iniziativa da sostenere. I tempi dell’informazione e della cultura sono sempre più bui e un faro per illuminarli è necessario.
    Ma non mi sembra che facilitate l’accensione del faro. Sbaglio o manca un’iscrizione on line? L’avrei già fatta…

  3. Sono molto tentata (l’incertezza sta nel tempo e nelle forze disponibili). Sono tentata soprattutto pensando alla vostra lettura pubblica e alla necessità di promuovere l’alfabetizzazione per la democrazia. Sciolti i due nodi…

  4. Sono nella vostra mailing list, vi seguo e volentieri sottoscriverei almeno come socio ordinario, ma la mia condizione di disoccupata senza alcun reddito, sfrattata e finita in strada, raccattata dalla Caritas e messa fortunosamente in una casa d’accoglienza, purtroppo non me lo consente.
    Ho 59 anni, italiana, disoccupata da 5, studi universitari, nessuna dipendenza, nessuna malattia psichica, schiena dritta, lavorato per trent’anni. Italia, UE, terzo millennio.
    Addio. Se potete parlate di noi.
    Daniela

    1. cara Daniela, qualcosa si sta cercando di fare, con un’amica nelle tue condizioni, che ha mosso mari e monti. Certo, il risultato è pochissimo, quasi nulla, ma persone hanno cominciato a trovarsi, aiutarsi, scambiare informazioni e aiuto… forse, partendo d anni, si può replicare, provare ad ampliare… Se vuoi ti metto in contatto con lei, si chiama Oriana. la mia email è info.bergo@gmail.com

  5. mi sono appena iscritta all’Associazione, informazione pratica: ho fatto il bonifico direttamente dalla mia banca e non sul vostro sito.
    Vedete tutti i riferimenti del bonifico nella nota che ho scritto.

    Buon proseguimento!

  6. Mi sono iscritto come socio ordinario pagando con PayPal.
    Avendolo fatto da cellulare, non sono riuscito ad allegare la ricevuta dì PayPal. Potete comunque vedere i miei riferimenti sul pagamento PayPal. Grazie

  7. Ho aderito con piacere e in continuità con un percorso che è iniziato in un altro, lontanissimo, secolo, con il primo Alfabeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.