Oggi su alfadomenica:

  • Antonino Trizzino, Giorgio Manganelli, Geografie di una fuga: Un uomo in sella alla sua Lambretta punta verso sud, direzione Milano-Roma. È il 15 giugno 1953, l’uomo ha una trentina d’anni, un naso da elefante marino e un aspetto non proprio antropomorfo; sembra un animale timido, una talpa uscita dalla tana in cerca di cibo, braccata da animali più loschi di lei. Qualche anno dopo, lo stesso uomo esce da una palazzina del quartiere Prati e si avvia verso il capolinea degli autobus. L’uomo insegna inglese in un istituto tecnico femminile per «quelle donne ansiose di farsi segretarie d’azienda» ed è assistente di anglistica alla facoltà di Magistero di Roma. Al capolinea si accomoda in un posto singolo dove non corre il rischio di entrare in relazione con i suoi simili e inizia il suo giro. L’uomo non scende a nessuna fermata fino all’altro capolinea, aspetta che l’autobus ritorni al punto di partenza e si avvia verso casa: l’indirizzo è via Chinotto numero 8, interno 8. - Leggi:>
  • Donatella Orecchia, La scena della memoria:  Un’istruttoria lunga più di trent’anni. Olocausto, memoria, performance al Teatro Due di Parma di Roberta Gandolfi è un libro prezioso. Prezioso, innanzitutto, perché frutto di una riflessione e, insieme, di un’esperienza sulla memoria: sui processi di rielaborazione del trauma nella società contemporanea; sul ruolo che il teatro ha svolto e può ancora svolgere come luogo di mediazione delle memorie collettive; sulla forma in cui questo è stato possibile e su quanto è cambiato negli ultimi trent’anni. Tutto prende l’avvio dall’Istruttoria di Peter Weiss, testo fra i più emblematici del teatro della memoria del Novecento, oratorio in 11 canti che evoca l’orrore dell’Olocausto a partire dalle parole dei sopravvissuti registrate durante il processo agli esecutori materiali dei crimini di Auschwitz a Francoforte (1963 – 1965).- Leggi:>
  • Semaforo: Schiavi - Sostenibilità - Strade Leggi:>

Questa settimana sulla home page di Alfabeta2 Notizie in 2 minuti di Gianfranco Baruchello

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!