di Dalila D’Amico e Chiara Pirri

Video: https://vimeo.com/176716586

Nato nel 1988, Giacomo Raffaelli è artista visivo e ricercatore. Il suo lavoro tenta di creare un’interazione tra dato umano e scientifico e mette in questione la nozione di obiettività scientifica, attraverso l’utilizzo di fotografia, video, performance, lectures e testi. In Under specified conditions, lecture- performance, analizza la questione della misurazione scientifica del peso. L’unità di misura universale del kilogrammo è data da dei prototipi, una serie di oggetti identici prodotti alla fine del XIX secolo. Da allora, in tutto il mondo, la definizione della massa è stata determinata da questi oggetti unici. Ma, una volta verificato che il peso dei prototipi stava inaspettatamente variando, gli scienziati hanno iniziato a cercare nuovi modi di definire il chilogrammo in termini puramente matematici. In collaborazione con centri di ricerca internazionali, negli ultimi due anni Raffaelli ha prodotto una serie di opere che esplorano tale processo di ridefinizione.

Le interviste agli artisti di World Breakers_Drodesera XXXVI sono curate da Dalila D’Amico e Chiara Pirri all’interno del progetto Words Breakers, promosso da WorkOfOthers e Centrale Fies. Per uno sguardo sfaccettato e un approccio caledoscopico due domande per ogni intervista sono studiate e proposte da professionisti, studiosi ed esperti internazionali, provenienti da ambiti disciplinari diversi.

Voice off di quest’intervista é Simone Frangi.

Video: https://vimeo.com/176716586

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!