woman_traffic-300x202

Shakespeare in Trump

Harold Bloom ha scelto di sottotitolare il suo fondamentale libro su Shakespeare L'invenzione dell'uomo a riconoscimento della capacità senza precedenti del Bardo di immaginare la vita degli altri. La domanda che mi sono posto negli ultimi tempi è: in che modo Shakespeare, il più grande detective dell'animo umano nella storia della letteratura, avrebbe trattato Donald Trump ? C'è qualcosa nei suoi testi teatrali, che può offrirci qualche indizio sulle motivazioni e le macchinazioni di questo miliardario di New York riconvertito in agitatore politico? Le commedie, a cui è stato naturale pensare inizialmente, non sono riuscite a fornirmi una figura che unisca la singolare combinazione di arroganza e impreparazione, irruenza pugilistica e ruffianeria da showman di Trump. I drammi storici forniscono il più ricco tesoro del pensiero politico di Shakespeare, ma non c'è un equivalente falstaffiano per the Donald. (Trump potrebbe essere in grado di eguagliare la millanteria del compagno di bevute del principe Hal, ma i suoi insulti da parco giochi sono di qualità inferiore per estro linguistico e mordacità satirica). Il mio progetto cominciava a sembrare una causa persa ma poi a letto, malato e annoiato dal romanzo che stavo leggendo, ho ripreso in mano due tragedie di Shakespeare, il Giulio Cesare e Coriolano (...). Questi drammi storici, ambientati nella Roma antica, mi hanno sorpreso con la loro lettura quasi profetica del nostro momento attuale. In effetti, i litigi dei senatori si possono trasferire senza sforzo a Washington DC.

Charles McNulty, The theater of Trump: What Shakespeare can teach us about the Donald, Los Angeles Times, 26 maggio 2016

No talent, no Trump

Senza The Apprentice, Donald Trump sarebbe ancora un venditore fallito di giochi da tavolo e Katie Hopkins sarebbe al Met Office. È un programma che tira fuori il peggio nelle persone, poi le scatena nel mondo.

Stuart Heritage, The toxic political legacy of The Apprentice, The Guardian, 10 maggio 2016
Gossip + Trump

Quando era sposato con Marla Maples e stavamo per scrivere che si erano lasciati, la cosa a cui teneva di più era 'dite quanto sono ricco, date i numeri giusti, quanti miliardi valgo. Questo è quello che conta'"

How an Old-School Gossip Columnist Explains Donald Trump, intervista di Conor Friedersdorf a A.J. Benza, The Atlantic, 28 maggio 2016

a cura di Maria Teresa Carbone

 

 

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!
Almanacco
Il primo Almanacco di alfabeta2 che riassume come «cronaca di un anno» l’attività di www.alfabeta2.it sul tema Post-futuro. Con sconto 30%!
La moneta del comune
Il secondo libro della collana alfalibri: La moneta del comune a cura di Andrea Fumagalli ed Emanuele Braga. L’obiettivo è semplice creare un ambiente socio-economico ed ecosostenibile in grado di produrre per sé e non per il profitto e la rendita.