semaforoColonialismo

Quattro ore prima di atterrare in Australia per la ventesima Biennale di Sydney il mese scorso, [l'artista anglo-colombiano Oscar] Murillo ha buttato il suo passaporto britannico giù nella toilette dell'aereo. L'atto ha spinto le autorità di frontiera australiane a trattenerlo per due giorni e alla fine a espellerlo dal paese. L'atto è emerso solo in seguito, a un panel di Art Basel a Hong Kong (ed è stato confermato dal gallerista di Murillo David Zwirner). (…) Durante l'incontro Murillo ha spiegato il suo disappunto di fronte alle oppressioni sistemiche e perduranti inflitte dal colonialismo.

Nate Freeman, Oscar Murillo Deported From Australia, ArtNet News, 11 aprile 2016

Schiave

Venti mesi fa lo Stato Islamico (Isis) ha rapito migliaia di donne e ragazze Yezidi a mano a mano che il gruppo estremista procedeva attraverso i villaggi nel nord dell'Iraq nel corso di una terribile estate. Molte sono state costrette a diventare schiave sessuali per i combattenti del gruppo. Centinaia di loro sono tuttora schiave e tante di quelle che sono fuggite non smettono di rivivere il trauma e spesso non ottengono l'aiuto di cui hanno disperatamente bisogno.

Skye Wheeler, Why has the world forgotten Islamic State's Female Sex Slaves?, Newsweek, 14 aprile 2016

Schiavi

Cercate su Google le immagini per "schiavi" e vedrete solo maschi africani in catene.

Fay Short, Tracy Lloyd, We need to change what people think modern slavery is, The Conversation, 13 aprile 2016

 

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!
Almanacco
Il primo Almanacco di alfabeta2 che riassume come «cronaca di un anno» l’attività di www.alfabeta2.it sul tema Post-futuro. Con sconto 30%!
La moneta del comune
Il secondo libro della collana alfalibri: La moneta del comune a cura di Andrea Fumagalli ed Emanuele Braga. L’obiettivo è semplice creare un ambiente socio-economico ed ecosostenibile in grado di produrre per sé e non per il profitto e la rendita.