Alessandra Cava (1984): autrice di rsvp (Polìmata - ex[t]ratione, 2011), ha partecipato alla scrittura e alla traduzione collettiva di Le Moulin 14 – 19 luglio 2014 (Benway Series). Apparizioni su: «il verri», «Alfabeta 2», «Semicerchio»; in rete su: «Poetarum Silva», «blanc de ta nuque», «Le parole e le cose», «L’Ulisse». Rassegne e laboratori: RicercaBO (Bologna, 2009), Poesia Totale / In voce (Roma, 2010), Poesia13 (Rieti, 2013), Generazione Y (Roma, 2014).

 

entra, questa è la campagna, si dice, qui intorno, si dice, c’era tutta campagna, si dice, una volta, anche, procedendo necessariamente per tornanti, scomparendo dentro i punti all’orizzonte, era tutta sconfinata: tutta questa sconfinata, scontornata, ripristinata campagna puoi tu adesso viaggiarla, abbassando lo sguardo quando campagna non è, incantandoti quando all’improvviso, proprio davanti ai tuoi occhi: guarda, dunque, un po’ di verdura, azzurra, naturale, un po’ lontana.

il giardino è un frutteto, è un orto, è corretto, passa il dito sul limite tra quello e il grigio del muro, e sopra ancora, è concluso, tra il cielo e la tela, sotto al braccio che coglie ciliegie, la stoffa si scuote.

niente fa ombra, tu sei sul portone, impossibile entrare, ora prova di nuovo:

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!