Fabio Orecchini (Roma, 1981) Realizza opere che attraversano diversi ambiti e media artistici (poesia visiva, installazioni, performance, video) rivolgendo la sua attenzione alle dinamiche linguistiche e culturali di incorporazione e controllo dell'immaginario. Ha presentato i suoi lavori nei maggiori Festival italiani di poesia e nei Musei d'arte contemporanea Ex G.I.L di Campobasso e MAXXI di Roma. Nel 2014 ha pubblicato per i tipi di Luca Sossella Editore l’opera testuale e verbosonora Dismissione, in collaborazione con il progetto musicale Pane. Del 2015 l'installazione testuale ed artistica TerraeMotus[voci,traccia].
Maggiori info su: http://www.fabioorecchinipoesia.wix.com/dismissione

a sentire
Che senti? E'? Che senti? E'? Che senti?”

niente sento niente sento niente
se non te che dentro sei sepolto

********

madre a nascondere i polsi, le artriti
dei legamenti, il nodo ritorto dei legami
l'incedere a passi lenti sommovimenti,
il padre a mostrare i denti, i lacerti, incerto
se ridiscendere verso i catrami mostrami
il martirio di pose le forze arrese, i reperti
non per trascinarsi -iridescente- non per non dire
i come ancora i se resti - resisti -
ridere di quanto vissuto per niente

Nota
Questo brevissimo passaggio è tratto da “ Per Os” - sequenze testuali scritte per l'installazione artistica TerraeMotus[voci, traccia], presentata nel 2015 presso il Rialto Sant'Ambrogio (Roma), il Museo d'arte E.X G.I.L (Campobasso), il Teatro Binario7 (Festival PoesiaPresente, Monza), il Festival “La luna e I calanchi” (Aliano) e il Festival Licenze Poetiche (Macerata).

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!
Almanacco
Il primo Almanacco di alfabeta2 che riassume come «cronaca di un anno» l’attività di www.alfabeta2.it sul tema Post-futuro. Con sconto 30%!
La moneta del comune
Il secondo libro della collana alfalibri: La moneta del comune a cura di Andrea Fumagalli ed Emanuele Braga. L’obiettivo è semplice creare un ambiente socio-economico ed ecosostenibile in grado di produrre per sé e non per il profitto e la rendita.