Conceptual 3d abstract illustration.

Conceptual 3d abstract illustration.

Dopo avere esplorato nel corso della prima puntata il verbo Amare, questa sera (domenica 18 ottobre 2015, ore 22.10, Rai 5) “Alfabeta” rivolge la sua attenzione a un altro vocabolo cruciale del nostro presente: Spendere. Chiusa l'epoca del consumismo, il neoliberismo ha aperto una fase in cui il denaro è un dio invisibile e onnipotente, deciso a punire una maggioranza che, nel tentativo di non farsi sommergere, ricorre al debito nelle sue innumerevoli forme contemporanee. Un meccanismo cui è difficile sfuggire, pena l'autoesclusione da una società nella quale la paura di non potere (spendere) investe ogni stagione della vita. Nelle conversazioni con Lelio Demichelis (sociologo), Elettra Stimilli (filosofa), Andrea Fumagalli (economista), Toni Negri (filosofo) e le letture degli scrittori Giorgio Falco e Lidia Riviello, Andrea Cortellessa e Alfabeta2 entrano nelle contraddizioni contemporanee del termine spendere, con uno sguardo anche a quelle forme di opposizione, che, tentando di scardinare la pulsione alla spesa, mettono in primo piano pratiche di mutuo soccorso e di solidarietà.

Spendere / Un percorso tra i libri

I brani letti da Andrea Cortellessa sono tratti da Philip K. Dick, Le tre stimmate di Palmer Eldritch [1965], Fanucci 2003; 2011; da Walter Benjamin, Capitalismo come religione [1921], in Il culto del capitale. Capitalismo e religione, a cura di Dario Gentili, Mauro Ponzi ed Elettra Stimilli, Quodlibet 2014; e da Aldo Nove,Superwoobinda [1996], Einaudi Stile Libero 2006

Il brano letto da Giorgio Falco è tratto da La gemella H, Einaudi Stile Libero 2014

La poesia letta da Lidia Riviello è tratta da Sonnology, Zona 2015

Lelio Demichelis, La religione tecnocapitalista, Mimesis 2015

Günther Anders, L’uomo è antiquato [1956], Bollati Boringhieri 2003

Max Weber, L’etica protestante e lo spirito del capitalismo [1905], in Id., Sociologia della religione, Comunità 2002

Georg Simmel, Filosofia del denaro [1900], Utet 1984

Paul Lafargue, La religione del capitale [1886], Mimesis 2014

Elettra Stimilli, Il debito del vivente. Ascesi e capitalismo, Quodlibet 2011; Debito e colpa, Ediesse 2015

Friedrich Nietzsche, Genealogia della morale. Uno scritto polemico [1887], a cura di Ferruccio Masini, Adelphi 1968; 1984

Michael Hardt-Antonio Negri, Impero, Rizzoli 2002

Andrea Fumagalli, Bioeconomia e capitalismo cognitivo. Verso un nuovo paradigma di accumulazione, Carocci 2007

Karl Marx, Il Capitale [1867-1910], a cura di Delio Cantimori, Editori Riuniti 1964; Lineamenti fondamentali dell’economia politica [1939-1941], La Nuova Italia 1968-1970

Guido Mazzoni, I destini generali, Laterza 2015

Jacques Lacan, Du discours psychanalitique [1972], in Id., Lacan in Italia 1953-1978, La Salamandra 1978 (cit. in Massimo Recalcati, L’uomo senza inconscio. Figure della nuova clinica psicoanalitica, Cortina 2010)

Walter Siti, La magnifica merce, Einaudi 2004; Il dio impossibile, Rizzoli 2014

William Shakespeare, Il mercante di Venezia [1600], a cura di Chiara Lombardi, Einaudi 2014

Michel Foucault, Biopolitica e liberalismo. Detti e scritti su potere ed etica, 1975-1984, a cura di Ottavio Marzocca, Medusa 2001.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!