4-570

HELIO OITICICA (1937 - 1980, Rio de Janeiro, Rio de Janeiro, Brasile)
Rhodislândia, 1971, projeto para instalação, 117 m2, Courtesy Projeto HO, Rio

Ginevra Bria

Questo penetrabile è uno degli interventi più intimisti, impalpabili e nostalgici realizzato dall’artista brasiliano ad oltre un anno dopo il suo arrivo ufficiale a New York (da cui il titolo dell’ambiente installato all’Università di Rhode), a seguito di una borsa di studio in nome di John Simon Guggenheim. L’installazione invita l’osservatore a partecipare, interagire, addentrarsi e registrare un’esperienza propria, creando altre forme di percezione dello spazio e ampliandone le possibilità di espansione mentale. Oiticica pone al centro del percorso attraversabile e vivibile donando significato all’importanza della partecipazione che nel proprio diario di quei mesi definisce come interazione, comunicazione, conversazione e ascolto nell’affinamento della propria individualità con quella del prossimo. In particolare, il velo che ricopre e da’ forma al volume dell’installazione avrebbe dovuto presentarsi come un padiglione acustico compartimentato ma permeabile, una sorta di alveo per musicisti, nuove opere, persone e sensazioni.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!