Maria Teresa Carbone

Calcoli
Secondo un calcolo di David Sterman e Peter Bergen della New America Foundation dall'11 settembre a oggi 48 americani sono stati uccisi da sostenitori della supremazia bianca, da estremisti antigovernativi e da altri esponenti non musulmani di estrema destra, mentre 26 sono stati vittime di islamisti radicali. Sempre a partire dall'11 settembre, gli Usa, in base alle stime degli osservatori politici John Mueller e Mark Stewart, hanno aumentato la spesa dell'antiterrorismo di 75 miliardi di dollari l'anno. Nel caso foste interessati a cose che rappresentano gravi minacce per la vita degli americani, 490.457 persone sono morte in seguito a incidenti stradali fra il 2002 e il 2013 stando ai dati dei Centers for Disease Control and Prevention.
Dylan Matthews, Vox Sentences 24 giugno 2015

Fenicotteri
Quando si parla di progettazione urbanistica in America, tendiamo a pensare alla bellezza come a una cosa soggettiva, il che (…) può dare risultati tanto brutti da nuocere al benessere emotivo e economico. I nostri giudizi estetici, di solito li riserviamo per qualcosa di più terra terra: il prato davanti alle villette dei suburbia. Pensiamo al complesso fenomeno del fenicottero rosa di plastica. Il suo inventore, Donald Featherstone, è morto lunedi a 79 anni. Scultore per formazione, Featherstone ha creato il fenicottero nel 1957, quando lavorava come designer di prodotti in 3D per la Massachusetts’ Union Plastics, ed è stato un successo immediato. In un'epoca in cui borghesi e proletari americani si trovavano a vivere in villette suburbane tutte uguali, il fenicottero rosa è stato una rivendicazione di individualità, un manifesto di estetica.
Laura Bliss, Pink Flamingos and the Landscape of American Taste Citylab 23 giugno 2015

Talmud
A un'ora circa di macchina da Seul, nelle montagne Gwangju, circa cinquanta bambini sudcoreani si applicano, giorno dopo giorno, allo studio di un libro. Il titolo prescelto appare improbabile: si tratta infatti del Talmud, il testo che raccoglie le leggi ebraiche e data di millecinquecento anni. Gli alunni non sono ebrei, come non lo sono i loro insegnanti, e nessuno di loro ha intenzione di convertirsi. La maggior parte non ha mai incontrato un ebreo. Ma secondo il fondatore della scuola, gli allievi si sono iscritti con l'obiettivo di ricevere “una educazione ebraica” oltre a quella coreana. (…) Park Hyunjun ha fondato la scuola nel 2013 e ora la gestisce insieme al figlio, che ne è il preside. I due hanno studiato presso lo Shema Education Institute, che è stato aperto da un reverendo coreano e porta i cristiani dalla Corea del Sud a Los Angeles, in modo che possano vedere con i loro occhi come studiano, pregano e vivono gli ebrei. La tesi del reverendo è che gli ebrei hanno avuto successo per cosi tanti secoli grazie a certe pratiche culturali e educative, e che questi vantaggi possono essere alla portata dei cristiani se le pratiche che ne stanno alla base vengono insegnate ai loro figli.
Ross Arbes, How the Talmud Became a Best-Seller in South Korea New Yorker 23 giugno 2015

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!