Intervista di Jacopo Galimberti a una lavoratrice e militante comunista tedesca

Puoi descrivere in breve il tuo lavoro?

Lavoro in una libreria circa venti ore alla settimana, a volte di più, a volte meno. È un impiego soggetto all’obbligo assicurativo, da poco ho anche un contratto regolare che include appunto la previdenza sociale. Il lavoro di per sé è fantastico, le condizioni di lavoro, invece, lo sono spesso molto meno. Non c’è la benché minima struttura che potrebbe proteggere la lavoratrice (come un consiglio aziendale [Betriebsrat], per esempio) e domina una carenza cronica di personale come avviene del resto quasi sempre nel commercio al dettaglio.

WP_20150611_11_16_26_Pro (311x500)

Come ti sei avvicinata alla tradizione politica dell'operaismo e/o al Marxismo dell'autonomia degli anni Settanta?

Soprattutto nel contesto della mia attività politica nella Interventionistische Linke e durante la mia laurea in Sociologia, per esempio attraverso gli scritti di Antonio Negri.

Cosa significa per te oggi "rifiuto del lavoro"?

Un bel sogno! Troppo raramente c’è un quadro definito all’interno del quale ci si potrebbe ribellare. Molti lavorano come partita IVA o in modo precario e sono pagati solo per determinate prestazioni. Per fortuna, ci sono pur sempre dei posti di lavoro dove scioperare da dei risultati, ma solo dove i lavoratori sono organizzati.

per alfabeta2 (302x500)

Come cerchi di mettere in pratica questo rifiuto?

Nella mia attività, come ho accennato, non c’è nessun consiglio aziendale [Betriebsrat] o una forma di organizzazione simile, ed è quindi impossibile scioperare. Un rifiuto del lavoro non può funzionare in un quadro di isolamento. Per poter essere efficace necessita l’organizzazione di quelli che lavorano all’interno di un’azienda [Betrieb].

Traduzione dal tedesco di Jacopo Galimberti

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!