UNO SPECIALE SU GIORGIO AGAMBEN E HOMO SACER CON TESTI DI A. CORTELLESSA – F. GIARDINI – E. DATTILO – A. ILLUMINATI *

CANTIERE AGAMBEN
Andrea Cortellessa

Vent’anni fa, da Einaudi (ma non, si noti, in una paludata collana saggistica, bensì in una serie, «Contemporanea», nella quale a Gadamer e Habermas s’erano affiancati, per dire, Malattia come metafora di Susan Sontag, La verità della poesia di Paul Celan e Attraverso Pasolini di Franco Fortini; e a Sex appeal dell’inorganico di Mario Perniola erano seguiti autori come Dürrenmatt e Solženicyn…negli anni seguenti sopraggiungeranno Luciano Gallino e Aldo Bonomi insieme a Peter Handke o Emilio Tadini…), usciva Homo sacer. Il potere sovrano e la nuda vita.
LEGGI >

TESTAMENTI OCCIDENTALI. OVVERO, DELL'USO E DELLA RELAZIONE
Federica Giardini

Forse un’eredità senza testamento, il testo che inizia con «questa non è una conclusione». Senz’altro, nella sua asistematicità, nel suo tornare a testi già pubblicati – la formula ricorrente «è in questo senso che va letto…», o «può essere correttamente compreso solo se…» – il volume si offre alla stregua di un’esecuzione testamentaria della modernità occidentale.
LEGGI>

ARCHEOLOGIA DI HOMO SACER
Emanuele Dattilo

A proposito delle ricerche filosofiche che è venuto svolgendo negli ultimi anni, Giorgio Agamben ha più volte definito il suo approccio al materiale storico come «archeologico», tenendo a precisare però che l’archè in questione nei suoi lavori non è un principio cronologico, che coinciderebbe con la genesi, ma piuttosto l’origine, un punto vorticoso che definisce ed è presente in tutta la vita e il decorso storico di ciò che nasce.
LEGGI >

PROLEGOMENI A OGNI FUTURA STASIOLOGIA
Augusto Illuminati

Il suggestivo libretto (Stasis, Bollati Boringhieri, 2015) raccoglie due seminari dell’ottobre 2001, tenuti da Giorgio Agamben presso la Princeton University e dedicati, rispettivamente, a Stasis e Leviatano e Behemot: inserendosi a completamento della seconda sezione del ciclo Homo sacer.
LEGGI >

* Giorgio Agamben è ospite del Book Pride dove oggi 28 marzo terrà una lezione dal titolo «Tra Passato e Presente» (ore 15-16 - Frigoriferi Milanesi, Via G.B. Piranesi 10, Milano)

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!