FRASER sui FEMMINISMI - GUGLIELMI su ROTH - GIOCO(E)RADAR di Giovenale - SEMAFORO di Carbone - RICETTA di Capatti *

RIPENSARE IL RICONOSCIMENTO: OLTRE LA POLITICA DELL'IDENTITÀ
Nancy Fraser

La politica del riconoscimento solitamente è vista come politica dell’identità. Dalla prospettiva standard, ciò di cui si richiede il riconoscimento è l’identità di genere femminile. Il mancato riconoscimento consiste nella svalutazione di questa identità da parte di una cultura patriarcale e il conseguente danno per il senso di sé delle donne. Per correggere questo danno è necessario impegnarsi in una politica femminista del riconoscimento.
LEGGI >

ROTH SCATENATO
Angelo Guglielmi

Ho letto un libro di 400 pagine con tema lo scrittore americano Philip Roth, le sue opere e la sua vita (il privato e il pubblico in lui coincidono se pure ogni volta diversamente intrecciati), scritto da una giornalista del New Yorker Claudia Roth Pierpont (stesso cognome ma non parente).
LEGGI >

GIOCO(E)RADAR #6 - ELENCAZIONI NON NARRAZIONI
Marco Giovenale

La narrazione non legata a una teoria di passi scioglibili, concatenati secondo una linea o flusso causale limpido, dunque la narrazione che intende avanzare per elenchi, liste, regesti, segmenti parziali accumulati, e che sperimenta salti, sconnessioni, brusche virate, ha esempi importanti fuori dal mainstream letterario.
LEGGI >

SEMAFORO di Maria Teresa Carbone

Cenerentola - Marte - Minotauro
LEGGI >

RICETTA di Alberto Capatti

La Sardegna e il suo pecoreccio latte, fresco e cagliato, che i romanzi di Grazia Deledda facevano scoprire agli italiani, propone la Ricotta fritta.
LEGGI >

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi