FOSTER sul POSTMODERNO – ASSENNATO su GEHRY – VALENTINI su SCALDATI – SEMAFORO di Carbone – RICETTA di Capatti **

L'ANTIESTETICA
Hal Foster

Pubblichiamo un estratto dalla «Introduzione al Postmoderno» il saggio che apre L’antiestetica. Saggi sulla cultura postmoderna (a cura di Hal Foster), libro culto pubblicato negli Stati Uniti dalla Bay Press nel 1983 e ora tradotto in italiano dalla postmedia books. Questo libro è diventato la bibbia del postmoderno sul quale si sono formati centinaia di ricercatori negli atenei americani, ed è un tassello importante per capire gli sviluppi successivi del pensiero di Hal Foster e dell’attività critica del gruppo riunito intorno alla rivista statunitense October. L’antiestetica raccoglie saggi di Jürgen Habermas, Jean Baudrillard, Kenneth Frampton, Rosalind Krauss, Douglas Crimp, Craig Owens, Gregory L. Ulmer, Fredric Jameson ed Edward W. Said.
LEGGI >

LA POVERA ARTE DI FRANK GEHRY
Marco Assennato

La mostra monografica che il Centre Pompidou ha voluto dedicare all’architetto californiano, in occasione e “a sostegno” – leggiamo nel catalogo – dell’inaugurazione della sua
Fondation Louis Vuitton al Bois de Boulogne, sembra piuttosto il racconto di un progressivo smarrimento: la potenza di questa originaria attitudine critica si piega progressivamente nelle volute organiciste dei monumenti, scivola in superfici di titanio e inciampa nelle ambizioni plastiche dei suoi più celebri edifici. Alla fine poco è rimasto di quella impertinente passione per il dubbio e la ricerca architettonica.
LEGGI >

UNIVERSO SCALDATI
Valentina Valentini

Il mio investimento rispetto allo scrittore-attore Franco Scaldati si fonda su motivazioni professionali, etiche e politiche: riguarda il teatro che studio con partecipazione - e la politica delle istituzioni che combatto perché non si prende cura dei suoi artisti di valore, al contrario nutre e titilla quelli senza qualità. Questo impegno mi ha portato, dopo la morte di Franco Scaldati (giugno 2013) a elaborare e sostenere un progetto: pubblicare la produzione letteraria che Franco Scaldati ha scritto destinandola al teatro dal 1978 al 2013.
LEGGI >

IL SEMAFORO di Maria Teresa Carbone

ACCIAIO - COMUNITÀ - ELEZIONI - GIOVANI - TRASPARENZA.
LEGGI >

LA RICETTA di Alberto Capatti

Esistono ne La scienza in cucina dei titoli di preparazioni, opportunamente numerati cui non seguono delle ricette. Il sugo di pomodoro n° 6, il pavone n° 540 rientrano fra di essi. Artusi nel primo caso rinvia la descrizione, nel secondo risparmia al lettore i dettagli dell’arrostitura, dilungandosi sulla presenza del pavo cristatus nella letteratura romana. Un terzo caso è questo: Broccioli fritti n° 484.
LEGGI >

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi