Maria Teresa Carbone

Esperimenti
"Ingegnere, lei qui avrà un nuovo centro sperimentale di cui sarà unico responsabile. Non dovrà rispondere da nessuno... assoluta libertà. Ricorda i Cushman americani, quelle motorette leggere con cui si paracadutavano gli americani dagli aerei? Ecco, io voglio costruire qualcosa di simile. L'Italia ha voglia di correre veloce ora e noi gliene diamo la possibilità. Ho già delle idee a riguardo... deve essere una cosa nostra, qui di Lambrate, deve essere una Lambretta appunto. Ecco il suo nome".
Roberta Torre, Il colore è una variabile dell'infinito, Baldini & Castoldi 2014, pp. 59-60.

Microbi
David Artis, professore di microbiologia, racconta che quando ha terminato gli studi di immunologia alla metà degli anni Novanta, i suoi docenti gli consigliarono di non occuparsi del microbiota o, come li si definiva allora, dei “batteri commensali” che colonizzavano l'intestino. “Ci dicevano, 'lasciate stare, è troppo complicato, mica si possono fare culture di microbi'. Quello che ci è sembrato incredibile è la rapidità con cui siamo stati in grado di affrontare il ruolo del microbioma negli ultimi dieci anni o poco più.
Lisa J. Bain, Microbiomics: The Next Big Thing?, PENN Medicine, primavera 2014, pp. 9-1

Piaceri
Quand'ero giovane e in mezz'età, mi tormentavo con l'idea di mettere la testa a posto, di tanto in tanto. E non ho mai avuto occasione di pentirmi di queste deviazioni perché, che i conseguenti periodi di deprivazione fossero lunghi o brevi, il gratificante piacere ricavato dal vizio quando vi ritornavo mi ripagava sempre di quanto mi erano costati.
Autobiografia di Mark Twain da pubblicare cent'anni dopo la morte secondo la volontà dell'autore, edizione italiana a cura di Salvatore Proietti, Donzelli 2014 p. 272

Religioni
Lui era insofferente verso l'Islam quanto io verso l'ebraismo. La comune indifferenza nei confronti della religione, della nostra gente, dell'infinito conflitto mediorientale, di tante questioni che avrebbero potuto creare un certo distacco tra noi, il nostro disprezzo per il patriottismo, le bandiere, le cause o le svariate ideologie buoniste che furoreggiavano in Europa dalla fine degli anni Sessanta ci lasciavano solo un distorto senso di lealtà, che lui chiamava complicité, per chiunque la pensava come noi. per chiunque fosse come noi. Tuttavia nessuno era come noi. Non sono nemmeno sicuro che sapessimo cosa voleva dire "essere come noi", così diversi l'uno dall'altro.
André Aciman, Harvard Square, traduzione di Valeria Bastia, Guanda 2014, p. 70

Stagioni
Una delle singolarità del mio mestiere, quella che di solito sorprende i non iniziati, è che una moda si decide sempre fuori stagione. La collezione invernale nasce quando fioriscono i ciliegi, quella estiva quando cadono le foglie o i primi fiocchi di neve. Tuttavia non capisco lo stupore dei profani. Il sarto non è un paesaggista di Barbizon che raffigura scene dal vero. Il suo momento creativo si apparenta a quello del poeta, e non può fare a meno di una certa nostalgia. L'estate va sognata nel cuore dell'inverno, e viceversa.
Christian Dior, Christian Dior & moi. L'autobiografia di Christian Dior, traduzione di Maria Vidale, Donzelli 2014, p. 72.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi