Della cucina napoletana, Jeanne Carola Francesconi è stata, dal 1965, la maestra indiscussa. Ne ha raccolto l’eredità, a stampa e a voce, ne ha tradotto in italiano il dettato, mantenendo l’alto stile e preservando alcune consuetudini popolari.

Diamo qui la ricetta ricomposta dei peperoni imbottiti in una variante che li assegna all’inizio del pasto con un ruolo ibrido di ricettacoli di pasta e di verdure arricchite di sostanza. Mentre il peperone ripieno di melanzane, pangrattato et alia., viene servito freddo, questo, una volta confezionato, ripassa al forno.

Peperoni imbottiti di maccheroni

Peperoni grandi n.12
Perciatelli gr 500
Olio dl 2
Pomodori a pezzetti n.5
Capperi gr 100
Olive gr 100
Acciughe gr 100
Origano q.b.
Prezzemolo abbondante
Sale, pepe

Dopo averli lavati, passate i peperoni in forno bollente finchè la pelle non sia bruciacchiata; li spellerete allora facilmente. In un decilitro d’olio fate soffriggere due spicchi d’aglio, togliendoli quando saranno rosolati; versate poi nella padella i pomodori e dopo un quarto d’ora, i capperi e le olive lasciandoli cuocere a fuoco lento.

Fuori dal fuoco aggiungete le acciughe, l’origano, il prezzemolo e il pepe. Fate cuocere i perciatelli molto al dente e con poco sale, sgocciolateli e conditeli con la salsa. Divideteli in dodici parti, imbottite con essi i peperoni, e metteteli in forno già acceso per dar loro calore.

Una ricetta di peperoni ripieni di spaghetti figura nel pregevole manuale In cucina con amore di Sophia Loren (Rizzoli, 1971).

*Lo speciale ricettario estivo di alfa+più è a cura di Alberto Capatti

Share →

2 Risposte a Peperoni imbottiti di maccheroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi