Afrodisiaci

“Sono afrodisiaci le ostriche, il sedano, il tartufo, poi l’asparago (un po’ anche per la sua forma), la cozza (un po’ anche per la sua forma), alcuni vini, molte spezie, il caffè, la cioccolata, il fico, la mandorla, il dattero, la banana… tutto. Praticamente tranne le pigne, i licheni e l’osso del prosciutto, è tutto afrodisiaco” recita Luciana Littizzetto in Afrodisiaci all’ingrosso (Sola come un gambo di sedano, Mondadori, 2001, p.55).

Ne condividiamo la lista ed anche le conclusioni:”Io mi ricordo soltanto una volta in cui il cibo è stato davvero il preludio di una grande performance amorosa. E sapete che cosa avevamo mangiato? Speedy pizza e ghiacciolo”.

La ghiacciata

Prendiamo alla lettera la signora Littizzetto e invece del ghiacciolo, tentiamo una ghiacciata, volgarmente detta granatina. E possibile prepararla in casa? Oggi, con un cubetto di ghiaccio e un tritatutto, facilissimo; con la Grande enciclopedia illustrata della gastronomia di Guarnaschelli Gotti, un gioco da bambini. Una volta tritato il ghiaccio, è praticamente fatta. Si prepara la bibita versando sciroppo alla frutta o menta o caffè. Volendo, nel ghiaccio tritato, fissata sul bordo del bicchiere una scorzetta di limone e di arancia, si versa dello champagne freddo, ed era detta ghiacciata all’americana. L’arte del gelataio suggeriva poi di tagliuzzare frutta fresca da unire allo sciroppo della medesima, di grattare limone o cedro o arancio, di preparare una infusione di tè e aggiunto ghiaccio e poco zucchero, profumare la bibita con vecchio rum.

*Lo speciale ricettario estivo di alfa+più è a cura di Alberto Capatti

Share →

4 Risposte a La ghiacciata

  1. […] OGGI ON LINE… Una domenica rinfrescante […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi