Régis Bonvicino

 

Sopa_de_ossos@Neruda.com

Nel negozio della Chascona
post cards
libri di Neruda
magliette

«No me detuve en la lucha»
il volto del Che
disarmato e malato

José, il terrorista mapuche

alla fine fu preso
il lavoro lo fece la CIA
caddero anche capi
del narcoterrorismo

un peruviano mi disse anche
in quel giorno allucinato
che suo zio cileno
di nome Pablo

nato a Pisagua
commerciante di salnitro
ricco e avaro
si reincarnò in un topo

 

Condizione critica

È il sarcofago di un piranha
È un Tarzan miope
che scruta il cielo azzurro
È il nightclub Silêncio

È uno spione: consegna Drummond
come estintore
È la traduzione di Sá-Carneiro
in portoghese

È Baudelaire diviso in dodici
È una balia di scarafaggi
È un Jean Genet trattabile
L'intermediario spaccia struzzi

per Rimbaud
È l'incredibile vasca da bagno portatile
dell'appartamento dove
Majakovskij si ammazzò

Traduzioni di Massimiliano Manganelli

 

Régis Bonvicino (São Paulo, 25 febbraio 1955) è poeta, traduttore, editore e teorico della poesia brasiliana. È autore di undici libri, tra cui Página órfã, Ossos de borboleta, 33 poemas, Más companhias, Remorso do cosmos, Primeiro tempo, di un libro per bambini, Num zoológico de letras, e di un'antologia di poesia contemporanea brasiliana. Ha curato e tradotto l’opera di Oliviero Girondo, libri di Jules Laforgue, Robert Creeley, Charles Bernstein e Douglas Messerli, l’epistolario del poeta e romanziere brasiliano Paulo Leminski, e si occupa in particolare dell’opera dei poeti brasiliani Carlos Drummond de Andrade, Decio Pignatari e João Cabral de Melo Neto. La sua rivista «Sibila», dopo undici numeri, è ora magazine online: http://www.sibila.com.br/.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi