Alberto Capatti

Ritorno al cuor di bue alla comunista, anno: 1884. Voglio che lo prepariate e per questo ricopio la ricetta e la commento:

Cuor di bue alla comunista

Prendete un cuor di bue, tagliatelo in due senza separarlo lavatelo internamente; poi lardellatelo mettetelo in casseruola con cinque decilitri di vino bianco, 1 d’acquavite, 6 di acqua, aggiungetevi sale, pepe, droghe. Si lascia cuocere per 4 ore. Il cuore di bue va ordinato dal macellaio, intiero sono oltre due chili, mezzo basta per cinque persone e costa, in Piemonte 3 euro. Lavato, va lardellato con lardo o guanciale in piccolissimi tocchi parallelepipedoidali inseriti previa incisione con la punta di un coltellino. Vino bianco secco e grappa sono a vostra scelta. Oltre al sale e ad una buona pepata, ho aggiunto una foglia d’alloro. Nelle quattro ore di cottura coperchiato, il liquido scema e alla fine si può operare una riduzione per averne una salsa d’accompagnamento. La carne risulta leggermente spugnosa ma soda, e si presta al taglio a fette.

Lo servirete al piatto con mostarda e salse, verdi o rosse, anche piccanti. Una purea di patate (e in stagione di sedano rapa) gli s’affianca bene. Al consumo il cuore tiepido è gradevole, quindi può essere anche preestivo, e lo accompagnerete con una ottima barbera piemontese. Come molte ricette “storiche” ripetibili senza problemi, è assente dal web. I siti furbastri, clicchi “cuore di bue” è ti salta fuori il pomodoro, altri ti offrono il cuore di vitello. Siccome riteniamo che il grande patrimonio di ricette manoscritte o stampate debba finire in rete, peroriamo questa de La cuciniera maestra stampata in Reggio Emilia nel 1884, nel 1895 (quarta edizione), ristampata anastatica nel 1985 (quinta edizione) sempre dalla medesima famiglia Bassi.

 

Tagged with →  
Share →

Una Risposta a Bis… alla comunista

  1. bardi bruno ha detto:

    Mi ha detto di questa ricetta Roberto, il Barone rosso della Lunigiana, che era a Massenzatico in questo fine settimana per Le cucine del popolo. Molto interessante, la proveremo al più presto. Dove si può trovare copia della ristampa anastatica?
    Due anni fa c’ero anch’io e se non ricordo male il tema riguardava la patata.
    Grazie
    bruno bardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi