Vincenzo Ostuni

(«Se ci si spoglia interi si scompare», mi hai detto,
«assieme a ciò di cui ci si è spogliati; spogliarsi
non ha nessun doppione metafisico, per cui
una volta spogliati potremmo spogliarci di nuovo, per così dire,
spogliarci veramente;
una volta spogliati siamo spogli, in definitiva, non ci rimane
né poco né niente, e sotto il niente non c’è niente del tutto»)

(«Se ci spogliamo fino all’osso, cioè, noi
già non abbiamo più neanche l’osso sotto»).

Tagged with →  
Share →

Una Risposta a La veste, la cintura e la ghirlanda

  1. Salvatore Fittipaldi ha detto:

    e forse questo potrebbe essere Sanguineti: te lo regalo

    .(«Se ci si spoglia interi si scompare», hai detto,
    «assieme a ciò di cui ci si è spogliati; spogliarsi
    non ha nessun doppione metafisico, per cui
    una volta spogli potremmo rispogliarci veramente;
    una volta spogliati siamo spogli e non rimane
    poco e pure niente, (e sotto il niente non c’è niente e tutto»)
    («Se ci spogliamo, fino all’osso, cioè,
    già non abbiamo più neanche l’osso, sotto»).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi