Alessandra Carnaroli

mia sorella ha scoperto proprio oggi che c'ha la tiroide, è successo mentre faceva la piega a una signora che gli raccontava del figlio che si stava per sposare dei fiori che li pagava lei invece della sposa perché così gli faceva un regalo e li sceglieva  lei e voi dovete sapere che a mia sorella gli succede questo quando una cliente parla e parla magari di fiori o di vestiti mia sorella guarda nello specchio davanti dove si vede anche la faccia della signora e il casco i bigodini e novella 2000 aperta e tutto il resto guarda questo specchio sorride fa si con la testa e intanto spazzola e magari pensa che c'ha da pagare all'apprendista o a cosa deve fare di cena stasera non per cattiveria ma proprio perché la testa dopo un po' gli parte per conto suo dopo il quarto quinto cliente lei comincia a pensare ad altro è normale a me mi verrebbe di farlo anche prima di pensare  alla cena, al mutuo eccetera. e mentre pettina questa signora che voleva comprare lei i fiori per il matrimonio del figlio perché forse non gli piacevano i gusti della sposa e mia sorella fa siììì e sorride e manda giù la saliva come al solito però questa volta gli sembra di vedere una cosa strana gli sembra di vedere che nel collo c'ha come una palla che va su e giù quando manda giù la saliva allora  si accorge che c'ha la tiroide, come nostra madre, come zia ivana e la teresa e molte donne di questo paese e di altri vicini. ci sono infatti molte donne che si sono tolte la tiroide tutta o un pezzo o perché avevano le analisi sballate o perché ce l'avevano proprio ingrossata e in ogni famiglia si fa uso di eutirox. adesso i dottori spiegano a tutte quelle che si ammalano di tiroide che si ammalano perché siamo lontani dal mare, ma non è che viviamo in montagna perché da casa mia ci metto quindici minuti per arrivare al mare allora io penso che è colpa di cernobil e che non ce lo vogliono dire. io quando c'è stato cernobil c'avevo otto anni e il primo maggio ero in un prato a mangiare il panino col prosciutto e mio padre faceva le salsicce sul fuoco e mia madre aveva portato il termos con il caffè e come noi hanno fatto tutte le famiglie di tutti i paesi che festeggiavano il primo maggio. dopo è arrivata la paura che non si poteva toccare l'erba non si poteva mangiare l'insalata dell'orto, noi non bevevamo nemmeno il latte fresco solo quello a lunga conservazione. ma intanto io e la mia amica m. che era la mia migliore amica delle elementari e poi delle medie passavamo il pomeriggio a aspettare la nube tossica guardavamo il cielo e quando vedevamo una nuvola abbastanza grande che poteva sembrare una nuvola tossica dicevamo ecco la nuvola tossica tenevamo il respiro correvamo in casa e pensavamo così di esserci salvate dalla nuvola tossica e facevamo ogni giorno così un po' per divertimento un po' per sicurezza. venticinque anni dopo scopri che tua madre c'ha la tiroide tua sorella c'ha la tiroide tua zia c'ha la tiroide e anche la tua amica m. a trent'anni c'ha la tiroide e ti dicono signora lei c'ha la tiroide perché non abita vicino al mare invece di dirti signora lei ha respirato la nuvola tossica quando mangiava le salsicce sul fuoco, quando stendeva i panni quando prendeva il fresco nel porticato quando andava a passeggio con le sue amiche che adesso c'hanno infatti tutte la tiroide come lei.poi sono operazioni e medicine per tutte e c'è anche chi gli è venuto il tumore. c'è questa cosa terribile dei ragazzi che erano appena nati o nella pancia delle madri o di pochi mesi quando c'è stata la tragedia di cernobil, c'è questa cosa che già qualcuno nei paesi vicini hanno cominciato a ammalarsi di tumore. a vent'anni. e questa cosa rende la tragedia di cernobil ancora più tragica anche se i dottori continuano a dire che non c'entra niente che i tumori negli occhi o nel sangue o nel cervello vengono a caso  per uno sbaglio del cervello o dei cromosomi non c'entra cernobil non c'entra il mare è così purtroppo è una tragedia punto. per cui mia sorella c'ha la tiroide ma non è colpa di cernobil è colpa del mare e del fatto che anche mia madre ce l'ha avuta e gliela ha passata.ora questo non è che fa stare più tranquilla mia sorella che ora deve andare a farsi tutti gli esami e deve lasciare il negozio all'apprendista che ancora fa solo lo sciampo e la messa in piega, finisce di sicuro che un po' di clienti li perde e se pensi che ancora pur essendo sposata da tre anni non ha ancora fatto un figlio per paura di perdere i clienti se si mette in maternità puoi capire quanto gli scoccia questa cosa di assentarsi per fare gli esami. per il resto un po' di paura ce l'ha ma lei crede di averla presa in tempo questa tiroide e poi dice che se senti in giro oggi ce l'hanno tutti tutti devono prendere l'eutirox e fare le analisi per vedere i valori della tiroide si devono controllare, io dico di sì ma comunque proprio tranquilla non riesco a stare. comunque spero che le clienti la capiscono e non vanno dalle altre parrucchiere degli altri paesi, sarebbe una mancanza di sensibilità nei confronti di mia sorella e della sua malattia.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo commento dovrà essere approvato prima di apparire.

Iscriviti alle notizie da alfabeta2 e alfapiù

* = campo richiesto!

Archivi